Passa ai contenuti principali

Red

Hola, e siamo arrivati a Red, eh beh anche io sto facendo il day dedicato a Bruce Willis, secondo film dell'attore recensito oggi, che dire...sto diventanto Willisiana? Naaaaaaaaa ma non ci credo, hahaha, comunque ecco la rece di Red, ora cominciamo davvero.
Dunque, Bruce Willis interpreta un ex agente segreto della CIA Frank Moses, in possesso di segreti di stato, e una ragazza con cui sta parlando al telefono ne viene in possesso, ora deve cercare in tutti i modi di sfuggire al suo passato ma, i suoi vecchi compagni si riuniscono coinvolgendolo, soprattutto per scoprire chi ha fatto si che quei segreti non siano più tali.
Un film divertente, pieno di scene coinvolgenti, e ricco di divertimento, in poche parole un film che spacca.
Cosa si può chiedere di più a un film d'azione?
Divertentissimo, esilarante tratto da un fumetto breve della DC comics, che gli autori hanno cambiato totalmente la sceneggiatura, trasformandolo in qualcosa di nuovo  e originale.
Helen Mirren è strepitosa, come del resto tutto il cast, tra cui spicca in un ruolo  minore l'apprezzatissimo Morgan Freeman.
Il film del resto è un concentrato di scene divertenti dosate al punto giusto che ricordano i celebrati film acchiappa citazioni come Pulp Fiction di tarantino.
Il regista sa giocare col pubblico senza stancarlo mai dirigendo un film a metà strada dalla commedia, al thriller all'action, senza mai perdere di vista la trama e i personaggi, il che di questi tempi riuscire a fare qualcosa di originale è cosa più unica che rara.
Un film che è più di un prodotto di intrattenimento, capace di tenere alta la tensione e mescolarla con vari generi, riuscendo nell'ardita impresa di divertire, laddove altri farebbero cilecca.
Menzione speciale la merita Bruce Willis, che riesce a fare il verso ai film d'azione risultando credibile, daltronde è un personaggio che non si dimentica facilmente non trovate?
Sbrogliare la matassa sarà molto difficile, e solo un duro come Frank, con la sua banda di amici/agenti è capace di farlo.
In conclusione, un film fumettistico che ha la capacità di essere originale e innovativo, non sono un opera di intrattenimento, ma anche un piccolo oggetto da collezionare, e se questo è poco...
Voto: 7


Commenti

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.