Passa ai contenuti principali

Saw - L'enigmista

"Quando sei all'inferno solo il diavolo può aiutarti"
"Certe persone non sanno apprezzare il dono della vita"
"Salve, voglio fare un gioco con voi...scegliete vivere o morire? Fate la vostra scelta"

Questo si che è un filmone, uno di quelli che sono già entrati nel mito del cinema horror, ci manca poco e già ci siamo, ma forse è una parolona, fatto sta che mi ha tenuta incollata come non mi capitava da anni, questo è il film di esordio di James Wan regista di Insidious e L'evocazione che privo della cosidetta etichetta hollywoodiana sforna un piccolo film capace di farti rabbrividire dalla prima all'ultima scena.
La struttura è costruita come una partita a scacchi intelligente tra il regisa, e lo spettatore, protagonista è Jigsaw, un serial killer che rapisce tre uomini per fare un gioco sulle piccole cose della vita, e questi uomini devono seguire un percorso, e risolvere gli enigmi che il sadico assassino propone loro.
Il finale sarà quello che non ti aspetti e lascia persino a bocca aperta per quanto sia sorprendente.

Il regista sa giocare bene le sue carte, fino a far giocare lo spettatore sulla possibile verità, durante tutta la visione del film credi che il killer sia davanti a uno schermo a guardare soffrire le sue vittime dentro quella stanza, ma così non è, tutto è giocato secondo i parametri dell'attesa per la sconvolgente verità, alla quale nessuno degli spettatori è preparato.
Il finale è un vero pugno che non si aspetta nessuno, fatto sta che o puoi mandare il regista a quel paese, oppure lo osanni, in base alle sensazioni provate.
Un thriller molto diverso da quelli visti finora, ma che non si dimentica facilmente, ancora non ho visto gli altri, di seguito lo farò, ma questo davvero non si dimentica...e la cosa che fa rimanere atterriti è il fatto che è girato con pochi mezzi, un piccolo film capace di entrarti  dentro.
James Wan qui è al suo meglio, di seguito ha scenlto sempre buoni film, abbandonando il franchise che ha fatto la fortuna di tanti registi con meno talento di lui.
In conclusione, un piccolo grande film che ha creato una saga, ovviamente non sempre all'altezza, ma che nno si dimentica facilmente.
Voto: 8




Commenti

  1. concordo su tutto,un vero cult, con uno dei finali più belli di sempre, peccato che nel corso degli anni Wan si sia un po perso, ma gli sarò eternamente grato per averci regalato Jigsaw

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me piace molto, gli ultimi film mancheranno del gusto macabro di saw, ma sono psicologici, e io sono una grande fan dell'horror psicologico :) Questo comunque è un capolavoro :)

      Elimina
  2. si anche a me piace l'horror psicologico ma gli ultimi sono un po noiosetti, buonisti e banalotti, film passabili certo, ma imho sopravvalutati.

    Di Wan, oltre a Saw mi piace un sacco Death sentence.

    PS A me cmq piacciono parecchio anche i sequel di Saw, anche se ovvio, il primo è il migliore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ho fino a saw 2 che devo ancora vedere ahiahiahi, ora mi tiri le orecchie hahaha, no scherzi apparte...ma imho hai messo un titolo che non ho ancora visto...hehehe, ora lo devo recuperare ^_^

      Elimina
    2. Se ti piace il personaggio di John Jigsaw Kramer e se hai lo stomaco molto forte (perchè gli ultili capitoli della saga sono ultra violenti a livello di torture e gore) allora amerai tutta la saga del geniale killer

      Elimina
    3. si ma a quanto ho letto in giro sono i più scadenti...almeno da quello che ho letto...

      Elimina
    4. Mah guarda, punto di vista personale, a me so piaciuti tutti e 7 i film della saga, ma se proprio devo dire quali sono i due capitolo che forse stanno un paio di grandini sotto dico proprio il 2 e il 3, mentre i sequel che più ho apprezzato dico il 4 e l'ultimo il 7

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.