venerdì 25 dicembre 2009

Vincere


C'è una sola sequenza che è di per se una scena da capolavoro di questo film, la scena in cui Ida assiste ormai dentro al manicomio alla visione al cinema de il monello di Charlie Chaplin, quando il bambino viene allontanato dal vagabondo, tutti quanti sentono sulla propria pelle il dolore di quella madre abbandonata, a cui hanno crudelmente sottratto il figlio senza alcuna pietà, in quella scena Giovanna Mezzoggiorno che qui offre la migliore interpretazione della sua carriera, sapendo perfettamente che il ruolo poteva sfiorare la gigioneria, lei non perde mai di vista la forza di Ida Dalser, donna amata da Mussolini e poi abbandonata, rendendosi capace di immedesimarsi come solo gli attori davvero bravi sanno fare, una grande interpretazione come non se ne vedono da tanti anni in italia, che di per se avrebbe meritato qualche riconoscimento, altrettanto bravo Filippo Timi, e anche il regista (a proposito lo trovo molto interessante, vedrò di recuperare qualche altra sua opera in futuro) dirige un opera tra le più interessanti uscite quest'anno.
La storia della famiglia ripudiata di Benito Mussolini offre un esempio di crudeltà di questo tiranno che Bellocchio ha voluto portare sullo schermo per ricordare agli italiani il capitolo di una storia tanto vecchia quanto attuale unendo attori davvero straordinari, tutti quanti dovrebbero guardare questo film, la cosa che ancora mi sfugge è se la Dalser era veramente pazza oppure è stata portata in manicomio per non fare arrestare la sua ascesa al potere, quello che ho capito è che forse la Dalser davvero non era la moglie di Mussolini come diceva di essere anche perchè non sono stati ritrovati i documenti (o forse Mussolini stesso ha pensato bene di distruggerli, visto che lei si ostinava a ricordargli che aveva già una famiglia e stava diventando fastidiosa)
Assolutamente da vedere e da collezionare.

2 commenti:

  1. sono contento che ti sia piaciuto, tra poco aprirò una discussione sui migliori cinque film del 2009, e ti assicuro che questo film sarà tra la cinquina :)

    La Mezzogiorno è sublime, quel lungo primo piano nella scena dell'interrogatorio è da antologia.

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...