Somewhere

Guardando Somewhere, si ha l'impressione di assistere a un opera incompiuta, stanca, priva di pathos, ma soprattutto priva di una storia accattivante che regga, o che crei delle emozioni, nulla, non c'è assolutamente nulla in Somewhere, che sembra un film senza nè capo e nè coda, e soprattutto senza dare anima ai personaggi che stanno lì a cazzeggiare tutto il giorno, sia il padre che la figlia, credetemi per tutta la durata del film ho avuto l'impressione che sarebbe stato perfetto per combattere l'insonnia, ma a Sofia Coppola, cosa le è preso? Dove è l'emozione delle sue vergini suicide? Dov'è la leggerezza di lost in traslation? Con questo film sembra indecisa su quale storia raccontare, e soprattutto come raccontarla, si ha l'impressione che la vita intorno ai personaggi scorra vuota, apatica...mah...
Vorrei solo sperare che sia un piccolo passo falso, e incrocio le dita per vedere un opera interessante diretta da Sofia, priva anche di personaggi televisivi italiani buttati lì a caso tanto per sottolineare l'aspetto "professionale" del protagonista, attore di successo che passa il tempo in mezzo a ballerine di lap dance, coricato a letto sempre a dormire, oppure a giocare con la figlia...mi chiedo perchè non sottolineare maggiormente la storia di questo personaggio, lo spettatore si chiede, ma chi è? Qual'è la sua storia, la sua vita, e il rapporto con la figlia, si vuole sapere un po' di roba, e invece non si riesce a sapere nulla di tutto questo, peccato, perchè proprio da questo film mi aspettavo tanto.
In Conclusione, un opera modesta priva d'anima e di emozioni, che non aggiunge nulla alla carriera di Sofia Coppola, possiamo definirlo il suo primo capitombolo cinematografico se vogliamo essere pignoli, speriamo che si riprenda presto.

Commenti