martedì 19 aprile 2011

Somewhere

Guardando Somewhere, si ha l'impressione di assistere a un opera incompiuta, stanca, priva di pathos, ma soprattutto priva di una storia accattivante che regga, o che crei delle emozioni, nulla, non c'è assolutamente nulla in Somewhere, che sembra un film senza nè capo e nè coda, e soprattutto senza dare anima ai personaggi che stanno lì a cazzeggiare tutto il giorno, sia il padre che la figlia, credetemi per tutta la durata del film ho avuto l'impressione che sarebbe stato perfetto per combattere l'insonnia, ma a Sofia Coppola, cosa le è preso? Dove è l'emozione delle sue vergini suicide? Dov'è la leggerezza di lost in traslation? Con questo film sembra indecisa su quale storia raccontare, e soprattutto come raccontarla, si ha l'impressione che la vita intorno ai personaggi scorra vuota, apatica...mah...
Vorrei solo sperare che sia un piccolo passo falso, e incrocio le dita per vedere un opera interessante diretta da Sofia, priva anche di personaggi televisivi italiani buttati lì a caso tanto per sottolineare l'aspetto "professionale" del protagonista, attore di successo che passa il tempo in mezzo a ballerine di lap dance, coricato a letto sempre a dormire, oppure a giocare con la figlia...mi chiedo perchè non sottolineare maggiormente la storia di questo personaggio, lo spettatore si chiede, ma chi è? Qual'è la sua storia, la sua vita, e il rapporto con la figlia, si vuole sapere un po' di roba, e invece non si riesce a sapere nulla di tutto questo, peccato, perchè proprio da questo film mi aspettavo tanto.
In Conclusione, un opera modesta priva d'anima e di emozioni, che non aggiunge nulla alla carriera di Sofia Coppola, possiamo definirlo il suo primo capitombolo cinematografico se vogliamo essere pignoli, speriamo che si riprenda presto.

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...