Passa ai contenuti principali

#LaPromessa2021 - Il Presidio Scena di un crimine

 

Un film tipicamente anni ottanta, e lo è fino al midollo.
Al centro due storie, la storia di un omicidio, e la storia dell'agente di polizia che si occupa di smascherare il colpevole che si innamora della figlia del colonnello, un tempo suo superiore.
Che dite mi sarà piaciuto?
Film d'intrattenimento, piacevole ma non aspettatevi di trovare un grandissimo giallo o alto cinema.
Va bene per una serata con amici, che negli anni ottanta erano ragazzini, e si commuoveranno per la love story tra il poliziotto e la figlia del colonnello, soprattutto se gli amici appartengono al gentil sesso.
C'è parecchia carne al fuoco, l'autore cerca di creare diverse storyline, ma che non riesce a gestirle del tutto, peccato perché la trama aveva del potenziale, che non ha sfruttato a dovere.
Si concentra fin troppo sulla storia tra il poliziotto e la figlia del colonnello, la trama gialla che doveva essere la storia principale, sembra essere messa di contorno, e il finale appare piuttosto scontato, si capisce subito chi è stato.
In poche parole, un film non del tutto riuscito, dove i personaggi faticano a trovare una loro anima.
Peccato perché ne poteva uscire un film molto più accattivante di come è uscito.


Alla fine ci troviamo di fronte a un film carino, piacevole da vedere.
Un opera senza infamia e senza lode che non aggiunge molto al genere, per un pubblico senza pretese.
Nonostante ciò si fa guardare molto volentieri.
Però se vi aspettate un altro tipo di giallo, certamente non è il film che fa per voi.
Mi è piaciucchiato, anche se in un certo senso mi aspettavo molto di più che un semplice film di intrattenimento.
Il cinema è anche questo, e bisogna anche accettare a volte le opere senza pretese, perché ci servono per staccare la spina.
Considerando che è un film degli anni ottanta, rispetto ai giocattoloni odierni, una chance gliela darei.
Anche se si tratta di puro passatempo.




Commenti

Post popolari in questo blog

#LaPromessa2021 - I Cugini

  Mi sono sempre chiesta com'erano i primissimi film di Claude Chabrol  regista che apprezzo molto, conosciuto con il film L'Inferno  di cui ho visto parecchi film, con la scusa della promessa per il 2021, ho deciso di mettere in cartellone uno dei suoi primi film: I Cugini .

#LaPromessa2021 - Lili Marleen

  Questo mese saranno tre i film recensiti per la promessa, anche perché non ho fatto tempo a recensire il secondo di aprile, lo faccio adesso, e spero di recensire in breve tempo anche i film di maggio. Adesso tocca a un film di Rainer Werner Fassbinder  da me amatissimo per tanti motivi e chi bazzica questi lidi sa che ho dato parecchio spazio al suo cinema, quest'anno l'ho fatto partecipare alla promessa, selezionando Lili Marleen  mi sarà piaciuto?

Presto alla fabbrica una sorpresa...

  Venghino signori venghino, se ve piace Lino Banfi, se vi siete trastullati con Edwige Fenech, e avete riso co Pierino o simili, non perdetevi la nuova rubrica dove se parla de sto cinema, no, non sono recensioni, ma ho avuto l'idea sopraffina de parlà del cinema de ggenere, o trash all'italiana, perché anche il trash vole il suo spazio perché è de culto eh? La rubrica se chiamerà   STRACULT  perchè il cult lo lasciamo agli estereofili, nella rubrica si parlerà di diversi film, solo parole e fatti soprattutto che parlano di un certo cinema che andava forte negli anni settanta ottanta o giù di lì. Ci saranno risate e ricordi a non finire, e per chi vuole partecipare mi contatti su facebook o via email o anche sotto questo post CIAOOOOO!!!