Yesterday

In passato Danny Boyle ha fatto degli ottimi film, titoli a volte controversi, altre volte incredibilmente interessanti, ma sempre mettendoci di suo.
Di certo è un regista ecclettico, capace di passare dalla commedia surreale, al film di fantascienza, dal biopic, a opere tratte da romanzi scandalosi, titolo cult, che secondo me è il migliore è ovviamente Trainspotting.

Yesterday è una commedia surreale e stralunata, che aveva un ottimo potenziale, proprio con questa commedia, non ha saputo osare, ed è un peccato perché lo spunto era davvero interessante.
Film dalla trama abbastanza incredibile, tutti nel mondo hanno dimenticato i Beatles, tutti tranne Jack, che prende le loro canzoni creandosi una carriera.
Yesterday sembra abbastanza surreale come film, e in parte lo è, però ci manca quel qualcosa che gli da lo spunto di essere un semplice prodotto da mettere nei guilty pleasure, a ottimo film, e sarebbe stato ottimo se il finale sarebbe stato spinto nell'accelleratore del surreale, ne sarebbe uscita una commedia non banale, ma ottima, forse persino un piccolo cult, invece qui, proprio dove doveva concludere con un finale epico, sbaglia, mettendo un finale piacevole per tutti.
No Danny Boyle ha sbagliato finale, doveva osare di più, purtroppo sbaglia nel concludere un film dalla trama intrigante, io durante la visione, mi aspettavo un finale catartico, tipo botta in testa, col protagonista che si accorge di aver sognato, invece, mi trovo un finale melenso, che rovina le potenzialità di un film che richiedeva un climax decisamente diverso da quello che ha avuto.
Peccato, per questo motivo è forse il suo titolo meno riuscito, anche se personalmente non me la sento di stroncarlo, perché sinceramente non mi è dispiaciuto.
I film migliori di Danny Boyle sono ovviamente altri, oltre Trainspotting, c'è Piccoli Omicidi tra amici, Sunshine e naturalmente The Millionaire.


Commenti

  1. Mi è piaciuto senza farmi impazzire. Forse colpa di un protagonista maschile totalmente indifferente, incapace di lasciare davvero il segno in un film che gli richiedeva solo questo per risultare riuscito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oltre l'attore secondo me, è proprio la sceneggiatura e la regia che non funzionano del tutto, peccato perché aveva dell'ottimo potenziale :)

      Elimina
    2. L'attore secondo me è proprio adatto per la sua anonimità e basso profilo.
      Certo non è il miglior Boyle, ma mi ha divertito.

      Elimina
  2. ciao! (a volte ritornano) Ne ho scritto anch'io. Sono abbastanza d'accordo, un po' banale, ma in fin dei conti godibile, da vedere una volta e via

    RispondiElimina
  3. Anche a me non è dispiaciuto. Alla fine è una commedia carina.
    Considerato il potenziale dello spunto di partenza era però in effetti lecito sperare in qualcosa di più...

    RispondiElimina

Posta un commento

Moderazione rimessa, NO SPAM

Post più popolari