Passa ai contenuti principali

La Bacheca di Arwen Lynch - Shining

 

Ma che sorpresa...
Dunque, aggiungiamo anche i libri alla fabbrica?
Perché no, MA e dico ma, le mie sono e restano impressioni, non sono recensioni (da scrittrice non potrei farle), ma anche consigli di lettura, appunti di viaggio di una persona che oltre al cinema e alla musica ama moltissimo leggere.
In questi giorni sto leggendo Shining capirai, potevo non leggere il romanzo da cui è tratto il capolavoro di Stanley Kubrick nonchè mio horror preferito in assoluto?
Non sia mai.
Le sorprese le ho avute, mi aspettavo un libro mediocre, invece devo constatare che il romanzo è ottimo, ma non è un capolavoro.
Tra il libro e il film c'è un abisso di linguaggi.
Se il film di Kubrick va subito al sodo, Stephen King ci narra i Torrance, con una serie di flashback che ti incollano alla lettura, non solo all'Overlook Hotel, ma anche indaga nel loro passato, la scrittura è scorrevole e ti incolla alla poltrona, il romanzo ovviamente è meglio della miniserie voluta da King, ma entrambi, il romanzo e la miniserie vengono cancellati dal film di Kubrick, che è una discesa agli inferi senza più vedere la luce.
E sono ancora alla terza parte, vediamo come si conclude, in ogni caso aggiornerò il post
Un abbraccio a tutti i bibliofili
Arwen. 

Commenti

  1. Kubrick diceva che i film più belli nascono dai libri più brutti alludendo proprio a Shining. E King non la prese proprio benissimo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si lo penso anch'io, c'è da dire che lo stile di King è fin troppo ricco di contenuti, e questa ricchezza non poteva essere tradotta per lo schermo

      Elimina

Posta un commento

Moderazione rimessa, NO SPAM

Post popolari in questo blog

#LaPromessa2021 - I Cugini

  Mi sono sempre chiesta com'erano i primissimi film di Claude Chabrol  regista che apprezzo molto, conosciuto con il film L'Inferno  di cui ho visto parecchi film, con la scusa della promessa per il 2021, ho deciso di mettere in cartellone uno dei suoi primi film: I Cugini .

#LaPromessa2021 - Lili Marleen

  Questo mese saranno tre i film recensiti per la promessa, anche perché non ho fatto tempo a recensire il secondo di aprile, lo faccio adesso, e spero di recensire in breve tempo anche i film di maggio. Adesso tocca a un film di Rainer Werner Fassbinder  da me amatissimo per tanti motivi e chi bazzica questi lidi sa che ho dato parecchio spazio al suo cinema, quest'anno l'ho fatto partecipare alla promessa, selezionando Lili Marleen  mi sarà piaciuto?

Presto alla fabbrica una sorpresa...

  Venghino signori venghino, se ve piace Lino Banfi, se vi siete trastullati con Edwige Fenech, e avete riso co Pierino o simili, non perdetevi la nuova rubrica dove se parla de sto cinema, no, non sono recensioni, ma ho avuto l'idea sopraffina de parlà del cinema de ggenere, o trash all'italiana, perché anche il trash vole il suo spazio perché è de culto eh? La rubrica se chiamerà   STRACULT  perchè il cult lo lasciamo agli estereofili, nella rubrica si parlerà di diversi film, solo parole e fatti soprattutto che parlano di un certo cinema che andava forte negli anni settanta ottanta o giù di lì. Ci saranno risate e ricordi a non finire, e per chi vuole partecipare mi contatti su facebook o via email o anche sotto questo post CIAOOOOO!!!