Passa ai contenuti principali

Brood la covata malefica

Un film incredibile, qualcuno direbbe un film per stomaci forti, io credo sia il capolavoro di Cronenberg, qui la mutazione fisica e psicologica è alla sua massima espressione, sin dalla fotografia marcatamente cromata, genera angoscia nello spettatore, come se la storia, i personaggi e l'ambientazione siano da contraltare a Nola, che è in cura da uno psichiatra il Dott. Raglan, per una terapia, la psicoplasmia, una cura a metà strada tra una seduta di ipnosi e una recita, in cui i pazienti fanno uscire le loro pulsioni distruttive, la donna che è psichicamente instabile, si sottopone a questa cura alternativa, per superare le sue turbe psichiche, e per curarla la tiene reclusa in una stanza. Un giorno Frank, vestendo la piccola figlioletta, Candice, nota delle strane echimosi sul corpo della bambina e decide di non portarla più dalla madre, da allora avverranno strani omicidi, prima moriranno i genitori di Nola, poi persino il marito rischia la vita, ma ucciderà una strana creatura nana priva di denti, di ombellico e di organi genitali, e la fa visionare da un esperto, il mistero si infittisce ancora di più, così cerca in tutti i modi di rintracciare gli ex pazienti del Dott Raglan e scoprirà che sono affetti da strani bozzi nel corpo, quando anche la maestra della bambina viene assassinata da queste piccole creature, tutto si complica, Candice sparisce e Frank deve ritrovarla il prima possibile, anche per salvarle la vita, quando raggiungerà la moglie scoprirà una verità agghiacciante, le creature sono in realtà frutto della rabbia e delle pulsioni di Nola...Il film è un susseguirsi di tensione fino all'epilogo finale, io dico che è il film più cronenberghiano, ma anche e soprattutto molto psicologico, se siete particolarmente forti non perdetevi la scena finale - non nascondo che anche io ho avuto problemi nell'osservarla soprattutto quando Nola fa nascere un altra creatura con le sue mani...- non dico altro per non impressionarvi ulteriormente e per non farvi perdere la sorpresa finale, film sconsigliatissimo ai minorenni - le scene sono particolarmente forti - meglio che a visionarlo siano persone dai 18 anni in su - consigliatissimo ai veri amanti del genere horror, ah una precisazione, - lo so che non centra nulla ma lo faccio ugualmente - nell'ultima scena ho pensato moltissimo ad Eraserhead di Lynch, avete presente quando Harry taglia in due suo figlio? Anche se qui si tratta di tutt'altro genere, ma ho avuto la sensazione di una certa somiglianza con la pellicola Lynchana, anche se è molto diversa da Brood, solo per questo piccolissimo particolare, sarà una casualità?
In Brood Cronenberg mescola sapientemente, mutazione fisica e pulsioni psicologiche umane, in un crescendo di tensione che avvolge lo spettatore nell'incubo, dopo la visione di un film del genere si rimane impressionati dall'abilità registica di Cronenberg, e dall'impatto della storia su chi la visiona, una considerazione, poi finisco, primo film di Cronenberg ad avere nel cast attori importanti, da Oliver Reed, nel ruolo del Dott, Raglan e Samantha Eggar nel ruolo di Nola.




Commenti

  1. Il bello è che da questo film Cronenberg comincia a girare un capolavoro dopo l'altro, senza sbagliare un colpo. No è ancora un film perfetto a mio parere, molte cose sono appena accennate e non molto verosimili, ad esempio dopo che i dottori constatano che la creatura non è umana non scoppia uno scoop clamoroso, o non vengono allertati i servizi segreti, insomma le autorità sembra che se ne freghino altamente e Frank deve pensare a tutto ;)

    Se si lascia eprdere la logica però il film ha diversi meriti che lo rendono una visione decisamente consigliata.

    ps: non ho capito se ti piace di più questo o Videodrome...

    RispondiElimina
  2. eh beh è difficile dirlo anche perchè Videodrome l'ho visto una volta in televisione e mi ha impressionato tantissimo restando comunque forse il capolavoro assoluto di Cronenberg, a una seconda volta direi che è uno dei massimi livelli della sua cinematografia si quello che dici è vero, ma forse Cronenberg stesso ha deciso di dedicarsi di più all'aspetto horrorifico della storia che ai servizi segreti, e secondo me ha fatto bene, anche perchè se ci metteva la cia e i servizi segreti il film avrebbe perso credibilità secondo me, se mi piace + videodrome o questo? EHEHE a me piacciono entrambi, l'ultima scena comunque è agghiacciante davvero per stomaci forti ^^

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.