Passa ai contenuti principali

David Cronenberg, La metamorfosi al cinema si fa arte

Era da molto tempo che volevo approfondire David Cronenberg, anche perchè visionando Exsistenz, Spider, dopo averli registrati in tv, volevo approfondire, non ho mai avuto tempo, un po' per la scoperta di altri autori, un po' per altri motivi ho sempre rimandato, adesso ho trovato - per fortuna - l'ispirazione giusta, prima avevo paura a visionare i primissimi film, adesso che ho avuto la fortuna di averli visti - e anche recensiti - vedi il demone sotto la pelle, rabid e scanners, posso dire che è un grandissimo autore, io dico sempre Cronenberg è il cantore del corpo umano, e della sua mutazione, sia fisica che psicologica, l'esplorazione dell'essere umano, del corpo umano in particolare, è il tema centrale del suo cinema, in molti lo accostano a George Romero, ma io credo che Cronenberg ha il talento di eroticizzare il corpo umano, detto così può sembrare strano, ma è la sensazione che ho provato visionando appunto i film che ho recensito alla fabrica, i primi film sono solo l'inizio di quello che viene comunemente chiamato body horror, non si nasconde che alcuni film sono raccapriccianti, vedi Brood la covata malefica che recensirò tra poco, oppure addirittura Videodrome, forse è il più gore tra i film da lui diretti - non sono un amante del genere, ma devo dire che mi ha impressionato parecchio videodrome, ma mi ci vuole un altra visione magari con calma secondo me è il film più polemico di Cronenberg nei confronti della società sempre più assuefatta dalla televisione.
Continuando a parlare di eroticizzazione del corpo umano, avete notato che nelle pellicole di Cronenberg, il corpo umano è sempre messo in primo piano davanti alla telecamera? Quasi come fosse un oggetto del desiderio, nonostante ciò anche se avvolte ho chiuso gli occhi non ho provato ribrezzo, anzi mi ha affascinato, il suo modo di filmare, il suo modo di palpare quel corpo, quasi come se si suonasse uno strumento, la stessa sensazione l'ho provata vedendo una pellicola come Crash, anche se vi erano scene erotiche, ma quelle ferite, le automobili e gli incidenti erano molto ma molto erotici, Crash è un film incompreso che molto presto recensirò con un bellissimo articolo, in cui James Spider fa la migliore interpretazione della sua carriera.
Scoprire il cinema di Cronenberg è stata una sorpresa, e auguro a tutti di intraprendere questo viaggio come l'ho intrapreso io, perchè secondo me ne vale la pena, non lasciatevi prendere dalla paura per le scene troppo forti, perchè secondo me questo è il bello del cinema di Cronenberg.

Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.