giovedì 26 agosto 2010

Lady in the Water

Lady in The Water è un film commovente, che parla di un antica fiaba della buonanotte, un film dove la piccola comunità di un condominio viene risvegliato da Story una Narf, ovvero una ninfa del mare che viene ospitata da Heep che del condominio è il custode, Heep è un uomo che crede di non avere speranze e vive del rimpianto per la morte della sua famiglia per mano di un uomo che è venuto a rubare in casa sua durante una sua assenza e di questo ne sente la colpa, l'arrivo di Story risveglierà in lui sia il bambino che credeva perduto, sia una parte di lui che non sapeva di avere, ma Story come dice una vecchia leggenda che viene raccontata all'inizio del film da Ninfa è venuta a portare un messaggio a un uomo che sta scrivendo un libro (lo stesso regista Shiamalan compare nel film nel ruolo dello scrittore) dopo di che deve tornare nel mondo azzurro dalla sua gente, ma il suo cammino è minacciato dallo Scrat, una creatura che uccide le Narf per impedire loro di compiere la loro missione.

Lady in The Water è un film che parla di una antica leggenda, ma è anche un film che parla di fede, e di come le fiabe raccontate avvolte possono racchiudere delle verità che l'uomo non immagina nemmeno possano esistere nella vita e nella realtà, ma è anche un film che parla di fede e di speranza, un film dove creature fantastiche incrociano gli umani per mostrare il loro cammino, bravissimo Paul Giamatti, altrettanto brava Bryce Dallas Howard (qui al suo secondo film con Shyamalan dopo Village) che diafana e mistica sembra davvero una creatura arrivata da altri mondi, Shyamalan che con la sua regia non perde mai di vista le vite dei suoi protagonisti e la loro psicologia, mi è piaciuta molto la cinesina che parla con la madre per raccontare la fiaba della buonanotte, soprattutto quando lui con la bocca sporca di latte si accuccia come un bambino per ascoltare la fine della storia, alla fine quel condominio riesce ad ascoltare il richiamo della Narf e tutti ne rimangono conquistati ed estasiati, compreso lo scrittore

Ma l'emozione più grande arriva quando Heep prende coscienza di se e del suo ruolo per riportare Story a casa e salvarla dalla ferita dello Scrat, deve far pace con il suo passato e far modo che il suo passato faccia pace con lui.

In conclusione, un piccolo grande film da var vedere sia ai grandi che ai piccini per insegnare loro il valore della fede e delle cose perdute e dimenticate, ma soprattutto per non dimenticare quelle piccole grandi storie che racchiudono in se il grande dono della fantasia e dell'immaginazione che si chiamano fiabe.

Da non perdere assolutamente.

7 commenti:

  1. si è uno dei suoi film più belli :)

    RispondiElimina
  2. Mi è piaciuto molto questo film per la sua fantasia sfrenata, anche perchè è riuscito ad ambientare una storia fiabesca all'interno di uno squallido condominio. Semplicemente geniale!

    RispondiElimina
  3. Pensa che invece io questo film - e lo Shyamalan del dopo The village - non l'ho proprio mai digerito.

    Ma non hai uno spazio followers!?

    RispondiElimina
  4. si a destra, a me shyamalan piace e molto, poi ovviamente tutti i gusti sono gusti XD

    RispondiElimina
  5. Non mi visualizza lo spazio!
    Ritenterò più tardi!
    Intanto mi sono consolato leggendo il post su 2001, decisamente di un'altra pasta rispetto a Lady in the water! ;)

    RispondiElimina
  6. beh ovviamente Kubrick è insuperabile, un consiglio se non si visualizza ricarca la pagina, poi magari si riesce a visualizzare :)

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...