giovedì 27 maggio 2010

Belli e Dannati


Credo che non ci siano parole per descrivere una delle opere più estreme e importanti degli anni novanta come Belli e Dannati di Gus Van Sant, come credo che bastino anche poche parole per descrivere la grandissima interpretazione di River Phoenix protagonista insieme all'amico Keanu Reeves di questo che considero uno dei capolavori di Gus Van Sant, autore che mi piace parecchio ma che ancora non ho messo nella lista dei miei preferiti, e mi sa che con quasi tutti i film che ho di Van Sant ora glielo metto, cmq passiamo al film, Belli e Dannati presenta un gruppo di giovani che vive ai limiti della povertà emarginati, drogati, in cui spiccano due ragazzi Mike Waters - un superbo River Phoenix, vincitore della coppa volpi al festival di Venezia - e Scott favor, che si prostituiscono con gli uomini per poter vivere e sbarcare il lunario, loro si uniscono a una banda di emarginati il cui capo è un certo Bob che è stato colui che ha aiutato scott quando è scappato di casa per sfuggire al controllo del padre, Mike soffre della sindrome di narcolessia e certe volte cade in un sonno profondo proprio perchè ha abusato della droga, lui cerca la madre misteriosamente scomparsa, e si mette in viaggio con Scott, durante il suo peregrinare scopre che la madre ha avuto un altro uomo e che poi è fuggita in italia, in italia con Scott conoscono Carmela che si mette con quest'ultimo e lascia l'amico da solo, in italia gli dicono che la madre è ritornata in america, così torna a casa, ma prima di andare in italia Mike rivela il suo amore all'amico e questi gli dice - nella scena migliore del film vicino al falò che lui sta con gli uomini solo per soldi, al ritorno Mike si accorge che Scott ha ereditato l'ingente patrimonio di famiglia poichè il padre è morto, e con disprezzo rinnega gli amici che aveva un tempo...
Uno dei film in assoluto più disperati di Van Sant, e anche più crudeli, ci basti pensare alla scena in cui Scott rinnega gli amici che aveva un tempo perchè adesso ha cambiato vita ed ora è un uomo ricco, rinnega il suo passato per la sua nuova vita, Van Sant che qui si è ispirato alla prima parte dell'enrico IV di Shakespeare, mostra con quanta facilità si possa cancellare il passato e con quanta perfidia rinnegare ciò che un tempo si era, gli amici, tutto quanto, rinnegare anche Mike che gli è sempre stato amico, Keanu Reeves qui è molto bravo sia nella prima parte, dove è uno dei vagabondi, sia nella seconda quando mostra la sua vera faccia, River Phoenix, dona una interpretazione magistrale, in un ruolo complessissimo che in mano a un attore qualunque sarebbe stata solo una macchietta, invece Phoenix dona personalità al suo Mike Waters e non perde mai di vista la disperazione che lo caratterizza, il continuo cercare e la speranza di staccarsi dalla solitudine. CAPOLAVORO.

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...