Passa ai contenuti principali

Belli e Dannati


Credo che non ci siano parole per descrivere una delle opere più estreme e importanti degli anni novanta come Belli e Dannati di Gus Van Sant, come credo che bastino anche poche parole per descrivere la grandissima interpretazione di River Phoenix protagonista insieme all'amico Keanu Reeves di questo che considero uno dei capolavori di Gus Van Sant, autore che mi piace parecchio ma che ancora non ho messo nella lista dei miei preferiti, e mi sa che con quasi tutti i film che ho di Van Sant ora glielo metto, cmq passiamo al film, Belli e Dannati presenta un gruppo di giovani che vive ai limiti della povertà emarginati, drogati, in cui spiccano due ragazzi Mike Waters - un superbo River Phoenix, vincitore della coppa volpi al festival di Venezia - e Scott favor, che si prostituiscono con gli uomini per poter vivere e sbarcare il lunario, loro si uniscono a una banda di emarginati il cui capo è un certo Bob che è stato colui che ha aiutato scott quando è scappato di casa per sfuggire al controllo del padre, Mike soffre della sindrome di narcolessia e certe volte cade in un sonno profondo proprio perchè ha abusato della droga, lui cerca la madre misteriosamente scomparsa, e si mette in viaggio con Scott, durante il suo peregrinare scopre che la madre ha avuto un altro uomo e che poi è fuggita in italia, in italia con Scott conoscono Carmela che si mette con quest'ultimo e lascia l'amico da solo, in italia gli dicono che la madre è ritornata in america, così torna a casa, ma prima di andare in italia Mike rivela il suo amore all'amico e questi gli dice - nella scena migliore del film vicino al falò che lui sta con gli uomini solo per soldi, al ritorno Mike si accorge che Scott ha ereditato l'ingente patrimonio di famiglia poichè il padre è morto, e con disprezzo rinnega gli amici che aveva un tempo...
Uno dei film in assoluto più disperati di Van Sant, e anche più crudeli, ci basti pensare alla scena in cui Scott rinnega gli amici che aveva un tempo perchè adesso ha cambiato vita ed ora è un uomo ricco, rinnega il suo passato per la sua nuova vita, Van Sant che qui si è ispirato alla prima parte dell'enrico IV di Shakespeare, mostra con quanta facilità si possa cancellare il passato e con quanta perfidia rinnegare ciò che un tempo si era, gli amici, tutto quanto, rinnegare anche Mike che gli è sempre stato amico, Keanu Reeves qui è molto bravo sia nella prima parte, dove è uno dei vagabondi, sia nella seconda quando mostra la sua vera faccia, River Phoenix, dona una interpretazione magistrale, in un ruolo complessissimo che in mano a un attore qualunque sarebbe stata solo una macchietta, invece Phoenix dona personalità al suo Mike Waters e non perde mai di vista la disperazione che lo caratterizza, il continuo cercare e la speranza di staccarsi dalla solitudine. CAPOLAVORO.

Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.