mercoledì 5 maggio 2010

Wall Street

Benvenuti nell'america degli anni ottanta, dove conta solo il denaro ma soprattutto l'avidità umana, Oliver Stone dirige la sua pellicola manifesto di una generazione di Rampanti Broker il cui unico credo è quanto si può guadagnare, in barba a qualsiasi legge o regola, è quello che succede a Bud Fox interpretato da un giovane Charlie Sheen, che qui recita anche con suo padre Martin, ma è il personaggio di Gordon Gekko il vero punto cardine del film, Gekko che è magistralmente interpretato da un Michael Douglas rappresenta il classico arrampicatore sociale senza scrupoli, che quando si tratta di far soldi non guarda in faccia nessuno, ed è proprio a Gekko che il giovane Bud Fox si ispira e in cui entra nelle sue "grazie", diventando ben presto uno dei broker più famosi e ricchi di Wall street, ma ogni cosa ha il suo prezzo, sarà proprio il padre di Bud ha fotografare la vera personalità di Gekko, durante un party a casa sua, mentre il figlio è diventato grazie alle sue mani secondo il suo parere una pedina di un gioco più grande di lui, è la speculazione bellezza, quando si tratta di far soldi non si guarda in faccia nessuno, da sottolineare anche la scena che reputo migliore del film, lo scontro tra Bud e suo padre dopo il party, in cui il padre gli fa notare certe cose fondamentali nella vita degli uomini, e il figlio rivela tutta la sua ingenuità, ma alla fine capirà ciò che il padre gli voleva dire, e imparerà la lezione proprio giocando d'astuzia per salvare l'azienda in cui lavora il padre, dato che Gordon lo aveva fregato si mette in linea nemica, o meglio con l'antagonista di Gordon, Oliver Stone dirige uno dei suoi film più spietati nel descrivere l'avidità umana ma anche la vita nel suo insieme, alla fine Bud perderà anche Darien (di cui è l'amante segreta di Gordon ma il ragazzo non lo sa) ma avrà una ricchezza ben superiore a quella che il denaro può regalare, ha salvato il posto di lavoro di molta gente che rischiava di restare disoccupata grazie alla speculazione che Gordon voleva fare. Da vedere.

2 commenti:

  1. Bello questo film, l'ho appena visto, in preparazione per il sequel che vedrò al cinema mercoledì sera (e che recensirò prontamente).
    Certo che ne è passato di tempo dalla Darryl Hannah di questo film e quella di Kill Bill!

    RispondiElimina
  2. si è passato tanto tempo, ora la Hanna è passata da kill bill ai film con Boldi, che balzo all'indietro hahaha, cmq come attrice non mi è mai piaciuta tanto però in Kill Bill è veramente brava :)

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...