Passa ai contenuti principali

Faster Pussycat kill! Kill!

                                                        
Considerato un autentico Cult Movie, è uno dei film più celebrati in rete, ed è considerato il miglior film diretto da Russ Meyer, uno dei padri dell'exploitation, ovvero quel genere cinematografico a bassissimo costo, che per alcuni viene chiamato anche B-movie, amato da registi come John Waters e Quentin Tarantino.
Un film travolgente, a tratti pulp, in cui tre spogliarelliste si avventurano nel deserto, e sfidando un timido ragazzo a una gara di macchina Varla (interpretata da Tura Satana) lo uccide con una mossa di Karate, e prendono la sua ragazza come ostaggio per non farla parlare, andando avanti alla pompa di benzina incontrano un vecchio con suo figlio  chiamato il vegetale perchè è un po' tonto, il padrone gli racconta che il vecchio nasconde dei soldi, e allora decidono di raggiungerlo...

Considerando l'anno in cui è uscito '65 '66 ho riconosciuto alcune caratteristiche poi apportate al cinema di Tarantino, come violenza, corse di automobili, il sesso è solo accennato rispetto agli altri lavori di Meyer, che preferisce puntare sulla forza delle donne, gli uomini sono rappresentati come delle macchiette senza anima, incapaci di scegliere o di dire no, la vera forza del film però sta in Tura Satana che ha preteso e ha ottenuto i diritti sull'immagine per interpretare Varla, in modo che nessun'altra al posto suo la potesse interpretare, rendendola un personaggio leggendario questo film è da vedere per due motivi principali, il primo dei quali è che nonostante il passare del tempo sia considerato uno dei capolavori di Meyer, il secondo per la forza delle immagini, e la storia, e pensare che alla sua uscita fu un flop, con il passare del tempo è stato riscoperto e rivalutato forse come il capolavoro assoluto di Meyer.

Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.