mercoledì 9 marzo 2011

The Burning Plain - il confine della solitudine

Sono Pochi i film che affrontano l'animo e la sensibilità femminile, e se questi pochi film sanno anche colpirti al cuore allora potete stare tranquilli di aver tra le mani un opera emozionante e interessante, parlo di  The Burning Plain opera prima di Guillermo Arriaga, con protagoniste la bravissima Charlize Theron e una sempre grande Kim Basinger, due donne, due mondi apparentemente lontani, c'è un legame tra loro? Gina, una donna che ha lottato per anni con il tumore, infelice, cerca conforto e affetto tra le braccia di un altro uomo, che sembra darle ciò che il marito da anni non riesce a dare, l'amore, l'affetto, inizia una storia tra loro, ma il film  inizia con Sylvia proprietaria di un ristorante, che passa ogni notte con un uomo diverso, quale legame esiste tra queste due donne? Come mai sembrano così uguali ma sono così diverse? Ben presto capiremmo che c'è molto più di un legame tra loro, Sylvia in realtà si chiama Marian, ed ha lasciato la figlioletta con il padre, quando era appena nata, lo spettatore capisce che Gina è morta mentre era tra le braccia del suo amante, è esplosa la roulotte dove si incontravano di nascosto, un incidente? Perchè Marian è scappata dal suo passato, quale segreto si cela nella sua vita? Sono queste le domande che ti poni mentre guardi il film.
The Burning plain è un opera notevolissima nonostante sia una opera prima, ben scritta, ma soprattutto ben interpretata sia dalla Basinger (che offre una grandissima interpretazione in confronto alla Theron mentre è in scena anche se loro due non recitano mai insieme) che dalla Theron, che non sfigura accanto al personaggio della Basinger, anzi fa un ottima figura, anche se la Basinger dimostra di essere + brava soprattutto quando rivela al suo amante che ha avuto il cancro, tremante, nella scena migliore del film qui si vede tutta la sua sensibilità e la interpreta con una tale naturalezza che sembra non stia recitando affatto, e qui sospettiamo che il marito non capisca oppure non si avvicina al suo dolore per la malattia. Magistrale

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...