Passa ai contenuti principali

Viola di Mare

Film bellissimo, tratto dal romanzo Minchia di Re di Giacomo Pilati e ambientato nella sicilia dell'ottocento, narra la storia d'amore tra Angela e Sara, conosciute bambine e scoprono di essere innamorate da adulte.
Per evitae lo scandalo, Angela sarà costretta a fingersi un ragazzo, per colpa della mentalità chiusa del luogo.

Un film bellissimo, da fare vedere alle scuole ai ragazzi per cancellare ogni sorta di pregiudizio contro l'omosessualità.
Il tema centrale del film diretto da Donatella Maiorca è proprio l'omosessualità, femminile questa volta, e il titolo si riferisce al pesce chiamato viola di mare, che cambia sesso da femmina diventa maschio, in riferimento alla storia del film, che si dice sia tratta da una storia realmente accaduta.
Un film complesso ed emotivamente intenso, capace di sorprendere per la drammaticità con cui è sottolineata la realtà delle protagoniste, in una sicilia spaccata dal sole, dentro un paesino dalla mentalità ristretta la realtà omosessuale soprattutto nell'ottocento, è vista come una disgrazia, una piaga da nascondere e cancellare.
Angela verrà rinchiusa dal padre dentro una stanza, con i capelli tagliati dopo che egli ha scoperto le sue inclinazioni, quasi non la fa mangiare per la vergogna, sarà la madre a suggerire al marito di travestirla da maschio, e così diventa Angelo in modo da non destare nessun sospetto nella popolazione locale.

Un film commovente e bellissimo che mi ha sorpreso per la capacità di riuscire a carpire le emozioni durante la visione, molto spesso questo non succede, ma questo film è fatto davvero molto bene, Donatella Maiorca ha fatto un ottimo lavoro di costruzione drammatica della storia, creando un empatia che non lascia mai lo spettatore.
Bravissime le protagoniste, Isabella Ragonese e Valeria Solarino, come pure i comprimari, tra i quali spicca Ennio Fantastichini, nel ruolo del padre di Angela.
Poi, bellissimo il finale che non vi anticipo, e che è una sorta di speranza contro ogni pregiudizio nei confronti dell'amore, che non ha un solo colore, ma mille colori diversi.
Un piccolo grande film per scoprire la natura dell'amore, senza ignoranza nè pregiudizi, capace di aprire la mente delle persone e di fargli cambiare idea, opere del genere dovrebbero essere proiettate dovunque.
Voto: 8

 

Commenti

  1. Oddio, Isabella Ragonese è bellissima! Questo film vorrei vederlo solo per lei <3

    RispondiElimina
  2. Ricordo che mi era piaciuto davvero tanto questo film. E qua Valeria Solarino è più bella che mai.

    RispondiElimina
  3. Volevo vederlo, ma poi non l'ho più fatto. Lo farò!

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.

Masters of Sex - Stagione 1

Si, dovevo recensirla ieri, ma purtroppo non ho avuto tempo, perchè dovevo visionare diversi film che recensirò in questi giorni.
Andiamo al punto: su cosa si basa Masters of Sex?
Nulla di pruriginoso ve lo assicuro io, la serie tv è basata sulle ricerche del dottor William Masters, le cui scoperte nei suoi esperimenti hanno rivoluzionato il mondo della medicina.
La serie è ambientata verso la fine degli anni cinquanta, e le scoperte innovative del dottor Masters, che studia in maniera meticolosa i comportamenti sessuali degli esseri umani mi hanno a dir poco conquistata.
Peccato che è composta solamente da quattro stagioni, comunque per me ha un potenziale pazzesco, che include anche qualcosa di unico e originale nel panorama televisivo recente, e ci vogliono serie tv come queste al giorno d'oggi, e sono anche piuttosto interessanti.
Dobbiamo dire però che la ricerca compiuta dal dottor Masters, è realmente accaduta, e il telefilm si basa sulla biografia di Thomas Maier sullo sc…