Passa ai contenuti principali

La fabbrica dei sogni si prende una pausa...

Amici, mia madre è morta l'8 dicembre, e per ora non ho nè la forza e nè la voglia di scrivere recensioni, ci vediamo quando mi riprenderò, per ora sono talmente addolorata che non sono neanche presente nè su facebook, nè alla fabbrica, in tre anni ho perso la mia famiglia, prima mio fratello, e ora mia madre, un abbraccio a tutti quanti ^_^

Commenti

  1. Prenditi tutto il tempo necessario e torna più forte di prima. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Mi dispiace, Arwen. Davvero. Prenditi il tempo che ti serve.

    RispondiElimina
  3. Mi dispiace davvero tanto. Non ci sono parole. Torna quando sarà il momento.

    RispondiElimina
  4. Mi spiace molto per la tua perdita. Un abbraccio torna quando vuoi, ti leggo sempre con piacere ;-) Cheers!

    RispondiElimina
  5. Arwen che dirti... un abbraccione.
    Ti aspettiamo.

    Moz-

    RispondiElimina
  6. a presto, coraggio.

    un pensiero di Gramsci:
    “Se ci pensi bene tutte le questioni dell’anima e dell’immortalità dell’anima e del paradiso e dell’inferno non sono poi in fondo che un modo di vedere questo semplice fatto: che ogni nostra azione si trasmette negli altri secondo il suo valore, di bene e di male, passa
    di padre in figlio, da una generazione all’altra in un movimento perpetuo.
    Poiché tutti i ricordi che noi abbiamo di te sono di bontà e di forza e tu hai dato le tue forze per tirarci su, ciò significa che tu sei già da allora, nell’unico paradiso reale che esista, che per un genitore
    penso sia il cuore dei propri figli”.

    (Antonio Gramsci Lettere dal carcere, Einaudi 1965 , pag.442)

    RispondiElimina
  7. mi spiace cara..per quel che serve ti abbraccio..

    RispondiElimina
  8. Non ci sono mai parole giuste per tali circostanze. Posso solo dirti: coraggio. Da parte mia, un profondo pensiero e un abbraccio forte!

    RispondiElimina
  9. Leggo solo adesso, ti faccio le mie più sentite condoglianze.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Riguarda & Recensisci - Cineclassics - Il Dottor Stranamore, ovvero come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba

Riguarda & Recensisci - CineClassics
Terminato lo special di Riguarda & Recensisci dedicato a Tim Burton, ecco che comincia quello dedicato al più grande regista di tutti i tempi, almeno per la sottoscritta, subito dopo il grande Orson Welles. Potevo non recensire i film che ancora non avevo recensito? Può mancare in un blog di cinema che ambisce ad essere il più completo esistente in Italia, un regista come Stanley Kubrick? Assolutamente no. Ed ecco a voi per vostra gioia questo special, a cominciare dai film che avevo visto, fino a recensire gli ultimi due film che mi rimangono da vedere, per completare l'intera filmografia del grande Stanley, che a due anni di distanza da Lolita, gira un film ancora più controverso del precedente.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.