Passa ai contenuti principali

Rabid - Sete di Sangue


Proseguendo con il cinema di David Cronenberg, ho appena visto Rabid Sete di Sangue, opera numero due di questo regista, che dire, dimenticate il classico horror vampiresco, dimenticate aglio, croci e altri gingilli con cui il cinema ci ha fatto conoscere ma soprattutto amare i film di vampiri (quelli veri non quelli fasulli che vanno di moda oggi) Cronenberg non si tradisce mai, i suoi temi ci sono tutti quanti, ma questa volta il vampiro è femmina, ed è vittima della scienza, infatti le scene più paurose sono quelle in ospedale, paurose nel senso che fanno impressione per la tensione più che per le scene saguinolente, allora iniziamo con il dire che per la sua opera seconda Cronenberg sceglie la pornostar Marilyn Chambers, tra l'altro in questo film è bravissima, che presta il volto e soprattutto il corpo alla protagonista Rose, vittima di un incidente stradale prima, e poi delle manie di uno scenziato che risulterà più pazzo di tutti i medici che gli stanno intorno, pur di salvarla la sottopone a un suo esperimento trapiantandole la pelle di persone defunte, risultato si sveglia con una grande sete di sangue umano, grazie anche a uno strano pungiglione che le esce dall'ascella, e che contagerà un sacco di persone...
Il film è un crescendo di situazioni ad altissima tensione, e naturalmente l'ho trovato di livello superiore rispetto alla sua opera prima - Il demone sotto la pelle - che ho recensito qualche giorno fa, Cronenberg diceva di questo film che più che un horror è un melò e secondo me gli ingredienti ci sono tutti, anche se io considero questo film un horror a tutti gli effetti, però ha voluto dare anche un che di drammatico alla storia, non si è limitato solo al genere horror, diciamo che gli ha dato un anima, con anche una velata critica verso gli scenziati, che credono di fare del bene e invece come in questo caso fanno solo danni, Rose non sarà più la stessa persona, la sua sarà una discesa verso il buio senza più trovare la luce, quindi è più vittima lei che si sveglia con questa sete di sangue per colpa di questo scenziato (la scena di quando taglia il dito all'infermiera mi ha fatto chiudere gli occhi) che per colpa sua contagia l'intero paese...non c'è speranza per lei, quindi decide di fare un passo tragico per liberarsi di tutto questo orrore...consigliatissimo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.