Passa ai contenuti principali

Crash

Scandalo a Cannes nel 1996 dove ha ottenuto il premio della giuria, e problemi di censura varia nei paesi dove è uscito, invece Crash è un film il cui soggetto principale è il corpo, corpo umano e corpo metallico che si mescolano, si toccano, si posseggono, quasi a confondersi  l'uno con l'altro, e la definizione non è causale, dove nasce il desiderio? Dove continua? Quali fantasie portano i nostri protagonisti, a possedersi anche toccando con le loro mani il metallo freddo e lucido delle automobili?
Mai come in questo film la telecamera di David Cronenberg cattura quasi ossessivamente i corpi da sottolinearne una specie di piacere erotico, viscerale, perchè non è come racconta il film di gente  che si eccita con gli incidenti, mentre camminano con la automobile hanno quasi un rapporto sessuale con essa, e non c'è distinzione di ferite, di sesso, uomo o donna, l'erotismo è solo un avanzare di una fantasia malsana volta a instaurare con il corpo macchina e il corpo uomo,
una possessione meccanica che nulla ha a che fare con i sentimenti, con l'amore, qui c'è solo il godimento dei protagonisti e la macchina di Cronenberg che filma il tutto, tanto da trasformare un incidente d'automobile in una specie di orgasmo meccanico, per questo il film tra l'altro è ispirato al romanzo di James Ballard che è anche il nome del protagonista interpretato da James Spader, almeno per me è uno dei migliori film di Cronenberg, anche se non a tutti può piacere, persino la colonna sonora firmata dal fido Howard Shore sembra glaciale, metropolitana, e stradale.
Il film inizia con ben tre scene di sesso piuttosto esplicite, da sottolineare inoltre che non mancano le ossessioni di Croneberg, si vedono ferite filmate sempre come se fossero le protagoniste del film, come se lui provasse piacere a mostrarle e ovviamente noi con lui.

Commenti

  1. eh sì, gran bel film, uno dei migliori di Cronenberg a mio parere. Mi sono aggiunto tra i tuoi sostenitori. Se vuoi passa a visitare il mio blog!
    Ciao e complimenti ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.