mercoledì 28 aprile 2010

Videodrome



Film manifesto di David Cronenberg, nonchè un capolavoro assoluto sia della storia del cinema, che della filmografia di Cronenberg, Videodrome parte in quarta sul potere che hanno le immagini televisive, e il loro grado di assuefazione che la televisione genera a chi la guarda, quasi come fosse una mutazione fisica e psicologica della realtà, come se la tv stessa fosse capace di non fare ragionare la gente e di trasformare la realtà a proprio piacimento, ed è proprio questo che succede a Max, proprietario di una televisione dove si vede sesso e violenza, quando scopre videodrome, una televisione via cavo capace quasi di ipnotizzare gli spettatori perchè ciò che si vede in videodrome è violenza vera ed è proprio questa violenza che riesce ad uscire dal piccolo schermo per entrare nella realtà, film che ha anticipato di gran lunga gli snuff movie, è un opera innovativa che ha fatto scuola, capace di essere paragonata al cinema di George Romero, uno dei padri del genere horror, insieme a Cronenberg, Videodrome edulcolora la realtà, è come una droga, capace di dare assuefazione e di fare avere allucinazioni a chi la guarda, allucinazioni che modificano la percezione della realtà, quando anche Max si accorge che la sua amante Nicki è in preda a Videodrome, cerca di avere delle informazioni, quelle informazioni le ottiene dalla figlia di uno dei creatori di Videodrome, infatti lo informa che è causa di un tumore che fa venire delle allucinazioni, ma visto che ha scoperto questo programma pirata, coloro che lo hanno inventato fanno di tutto per prendere possesso della televisione di max programmandolo come fosse uno scoiattolino da laboratorio, ma sarà proprio la figlia di uno dei creatori di videodrome a liberarlo per far si che questo scempio si fermi...Qui David Cronenberg è alla sua massima espressione cinematografica, esattamente dopo il capolavoro Brood - la covata malefica, qui porta all'estremo la mutazione fisica, e psicologica, Videodrome è un opera impressionante, ma che resta impressa nella memoria per la potenza delle immagini e la riflessione verso la società, Videodrome è un capolavoro assoluto, anche per la capacità di analizzare una critica verso la tv capace di assuefare la gente...da questo film in poi sono nati anche i vari The truman show e tutti gli altri film critici sulla tv, ma solo Videodrome è capace di impressionare  e di inquietare

4 commenti:

  1. grandioso film
    e grande anche blondie (deborah harry)!

    RispondiElimina
  2. si vero, James Woods qui è nella sua migliore interpretazione, oltretutto non è un ruolo facile, ma è abbastanza complesso...poi considero questo film come il capolavoro massimo di Cronenberg

    RispondiElimina
  3. in molti indicano questo film come il miglior risultato di cronenberg, io personalmente ne preferisco altri; certo è che Videodrome ha avuto una capacità anticipatoria nel trattare temi assolutamente inediti nel cinema (fino ad allora) e ha dato il via ad una serie di variazioni sul tema. Se consideriamo poi che Internet non esisteva ancora per l'utente comune, la sua critica ai new media lo rende davvero un film precursore dei tempi.

    RispondiElimina
  4. Enormità di film, Woods poi é stato il più faccia da schiaffi di tutti gli attori Cronenberghiani, scegliere uno che fa trasparire cosi tanta sicurezza di se, per una parte dove devi perdere tutto, amplifica il messaggio finale come fa il segnale Videodrome ;-) Cheers

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...