Passa ai contenuti principali

Fantasmi da marte

John Carpenter punta sempre in alto, è un autore ambizioso e talentuoso che col tempo ha dimostrato coi fatti, e non con semplici parole che è capace di toccare anche altri generi, riuscendo sempre ad imprimere la sua impronta personale in qualunque pellicola.
Fantasmi da Marte ne è l'esempio lampante. Raccontato in flashback dalla protagonista che è stata testimone dei fatti, ne narra l'avventura terribile che ha avuto una volta sbarcati su marte lei e la sua squadra.
Si imbatteranno in una folta di guerrieri minatori che li faranno fuori a uno a uno. Sono ostili e hanno diversi poteri, tra cui quello di possedere come fantasmi i corpi umani e con questo controllare pure le loro mosse.
I nostri eroi non hanno possibilità di vincere la battaglia contro questi marziani, e l'unica cosa che possono fare è salvarsi la pelle, ad ogni costo, e per riuscirci ingaggiano anche i prigionieri che sono le uniche persone capaci di tener testa ai marziani, tra di loro c'è la donna che ha liberato questa forza, esattamente come un vaso di pandora...
Fantasmi da Marte è un altro gradino alto che si aggiunge al ricco carnet di una filmografia ad alti livelli, che non sempre ha il riconoscimento che merita soprattutto in america.
Ma andiamo al dunque, ecco l'analisi sincera di un piccolo gioiellino di fantascienza e soprattutto horror che merita un posto di riguardo nella vostra videoteca.
Con questo film John Carpenter si conferma un autore con la A maiuscola. Non sono semplici parole, anche se sono di parte essendo una fan di Carpenter da ormai dieci anni, ma con questo film dimostra un padroneggiamento nella regia che rende coinvolgente la visione del film, scena dopo scena, ogni tassello è costruito come una scatola cinese che avvince dall'inizio alla fine, e scusate se è poco.
Da sottolineare anche l'apparizione di Pam Grier e di Clea Duvall che con il resto del cast regalano una recitazione sopra la media: persino Ice Cube, con il suo personaggio risulta accattivante e figo.
Insomma per dirla con poche parole, un film con le palle, che avvince e coinvolge lo spettatore, particolarmente ricercati anche gli effetti speciali, ma il meglio si ha nelle scene di lotta tra i minatori marziani e gli umani, ce la faranno i nostri eroi a salvarsi la pelle? E chi riuscirà a salvarsi dalla carneficina?
Non vi resta che visionare il film.
DA NON PERDERE


Commenti

  1. L'ho visto parecchio tempo fa, mi aveva lasciato la sensazione di un prodotto onestamente artigianale, il meglio che possa offrire la categoria dei B-Movies nonostante sappiamo tutti che Carpenter giochi in serie A. Mi aveva divertito parecchio, avevo apprezzato in particolar modo la resa dell'orda selvaggia, le loro urla... consigliato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si nonostante sono una fan di Carpenter, devo dire che sia alla prima che alle altre visioni questo film mi ha intrigata e non poco. Consigliatissimo direi XD.

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.