Passa ai contenuti principali

New Girl Stagione 2







E sono giunta finalmente alla recensione della seconda stagione di New Girl, sit com dolce e divertente, che racconta le storie di un gruppo di coinquilini, capeggiati dalla curiosa Jess interpretata brillantemente da Zooey Deschanel, che con il suo gruppo di amici pasticcioni riescono a rallegrarmi e allietare i momenti quando lo vedo.
Vi sembra poco? Assolutamente no, innanzitutto bisogna guardarlo con la percezione di saper staccare la spina ogni tanto e svagarsi, e il divertimento è assicurato, perché New Girl, non è una semplice sitcom, è una serie vera e propria, che riprende la struttura delle sitcom, evitando le risate meccaniche registrate, per far ridere il pubblico per davvero.
Vi sembra ancora poco?
Vedetevelo, sono sicura che ne rimarrete conquistati proprio come è successo a me.
A casa Lynch si vede di tutto, anche prodotti per il semplice svago, però credetemi se vi dico che il divertimento è una garanzia, dovete crederci, primo perché i personaggi sono bizzarri ed eccentrici, poi perché in questa seconda stagione succede di tutto, ma, con la differenza che i protagonisti sono tratteggiati meglio psicologicamente rispetto alla prima stagione, viene più facile empatizzare con loro e anche capirli.
Personaggio preferito? Schmidt, alla fine capirete il perché.
Si perché questo macho muscoloso, nasconde un cuore dolce e sensibile, che a differenza degli altri casinisti, ha un passato ben triste rispetto alla fama di playboy che si è costruito, per via dell'obesità di cui soffriva da teenager.
Basta non vi dico altro perché rischierei di spoilerare e non è decisamente il caso.
Vi auguro buona visione.







Commenti

Post popolari in questo blog

Knockout - Resa dei conti

In un film d'azione ci vuole il coinvolgimento del pubblico, quando questo viene a mancare si sono tradite le regole fondamentali del genere.
Sappiamo tutti la capacità di Steven Soderberg, di girare film piccoli e coraggiosi, capaci anche di far riflettere; spesso ci mette anche il suo tipico tocco autoriale facendone dei grandi film spendendo pochissimo denaro.
con Knockout ha a disposizione un grandissimo budget, e un cast di attori da capogiro, ma gli manca qualcosa di fondamentale per essere davvero unico, la capacità del suo autore di fare film d'azione. Con questo genere si muove come un elefante in un negozio di cristalleria, incapace di dare una struttura forte alla storia, gigioneaggia con la macchina da presa, cercando un impatto narrativo che invece di coinvolgere lo spettatore in una storia capace di risucchiarla sullo schermo, è capace solo di fare una cosa che per un film d'azione equivale a morte certa: annoiarlo.
Soderberg cerca di fare un film forse diver…

Aquaman

Dimensione extralarge per Aquaman, credevate che non lo recensivo? Vi sbagliate, ecco a voi la rece del film con quel gran bel fusto di Jason Momoa.

Ro.Go.Pa.G

Un film collettivo, che racchiude 4 episodi, non sono male, ma io personalmente, ho preferito gli ultimi due, sono ben girati e in particolare quello di Pier Paolo Pasolini è il migliore di questo film, in cui 4 dei maggiori cineasti degli anni sessanta, si riuniscono, non c'è nessun legame tra un film e l'altro, che in realtà sono 4 cortometraggi uniti.
L'illibatezza di Roberto Rossellini, Il Nuovo Mondo di Godard, La Ricotta di Pasolini, e infine Il Pollo Ruspante di Gregoretti.
I quattro cortometraggi compongono questo film collettivo e uniscono 4 dei più importanti cineasti del tempo, il mio preferito resta La Ricotta, sorta di commedia che ricorda molto le comiche ai tempi del muto con udite udite anche il grande Orson Welles nel ruolo del regista.
Film che è stato sequestrato dalla magistratura e processato per "Vilipendio alla Religione", ma noi italiani siamo sempre stati così bacchettoni? No perché una cosa del genere sarebbe da spanciarsi dalle risate e…