Passa ai contenuti principali

Sicilian Ghost Story




Certe cose si capiscono se vivi da sempre in un luogo, ovvero la Sicilia, che è la regione in cui vivo io, per questo la mia recensione potrebbe essere molto personale, e forse ben poco obiettiva.

Trama: In un piccolo paese della sicilia Giuseppe scompare. Luna, una sua compagna di classe non si rassegna alla sua assenza, e cerca di scoprire cosa gli è successo utilizzando tutti i mezzi che ha a disposizione, rischiando persino la sua vita.

Come ho detto prima certe cose le puoi capire solo se sei siciliano, perché chi è nato il sicilia, conosce la sua terra come le sue tasche, conosce la gente del posto, i suoi pregi e anche i suoi difetti, perché la sicilia ha un lato oscuro, e questo lo si può capire solo se ci sei nato.
Non parlo certo solo di mafia, ma come in tutte le cose nel mondo c'è sempre un lato che discosta, tra questa terra invasa dal sole che picchia in testa come un assassino, come diceva la famosa canzone di Lucio Dalla, la sicilia è una terra misteriosa, ricca di tantissime cose, ma anche di parecchi segreti, e quando questi vengono a galla, bisogna conviverci rassegnati o combatterli fino allo sfinimento.
La piccola Luna ha deciso di combattere  contro il lato oscuro della sicilia che ha inghiottito e fatto sparire il ragazzino di cui si è innamorata.
Film tratto da una storia vera, che racconta il rapimento del piccolo Giuseppe di Matteo rapito e sciolto nell'acido dalla mafia.
E' un film complesso, duro, a tratti straziante, non facile da digerire, ma allo stesso tempo capace di tenerti incollato alla poltrona.
Si sente un dolore lacerante durante la visione, non ti spezza il cuore in due, perché sarebbe liberatorio, ma è un dolore terribile, claustrofobico, da cui non c'è via di scampo.
Vi sembra poco?
No, vi assicuro che non lo è, e se ve lo dico io ci dovete credere.
Per me è stata una sorpresa, e anche la consapevolezza, che il nostro cinema è più vivo che mai, e da sostenitrice del cinema italiano da diversi anni a questa parte, dovete fidarvi della mia parola.








Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.