Ma Quando Arrivano Le Ragazze?

Rieccocci con Pupi Avati, in un film sentimentale, con co-protagonista Vittoria Puccini fresca di successo per la fiction Elisa di Rivombrosa.

Film vagamente autobiografico che ripercorre la sua amicizia con il musicista ormai scomparso Lucio Dalla, questa è la storia di due amici, e della donna che in un certo senso si mette tra di loro, sfiorando l'amore, e toccandolo appena.
Gianca e Nick, sono due amici che formano un quintetto jazz, sono giovani e  hanno tantissimi sogni e aspirazioni, ma c'è la passione per la musica che li unisce.
Dopo essersi conosciuti  si uniscono Gianca aiuta Nick con le sue lacune, fino a che il secondo non rivela il suo grande talento, mentre il primo, sceglie la via del compromesso, lavorando con il padre.
Gianca proverà sempre una certa invidia per i traguardi e successi dell'amico Nick, e riguardando la sua vita normale, rimpiange la sua gioventù e i ricordi quando poteva prendere il mondo con una mano.

Non so se questo sia il miglior film di Pupi Avati, ma senza dubbio è il più sincero, autentico e onesto ritratto di un amicizia, unita dalla passione per la musica.
Quando arrivano le ragazze, tema portante del film, è la prima canzone scritta dai due amici ai tempi della band.
La vita chiede sempre dei compromessi, ma i due amici resteranno tali, anche se Gianca prenderà un altra strada dato che con la musica non si campa poi tanto bene e non ha certo il talento che si rivelerà il suo amico Nick.
Un film sofisticato, come le note raffinate del Jazz, e non è solo la storia di una amicizia, ma anche il ritratto di due persone accomunate dalla passione per la musica, e che ritrovano nello spazio di una stagione, una brezza, e una luce che sarà la scintilla per uno e il sogno infranto per l'altro.
Un film forse imperfetto ma da vedere.
Voto: 6 e 1/2


Commenti