Passa ai contenuti principali

May

Aaaah gran bel film.
Ecco l'opera prima terrificante di un regista da me molto apprezzato: Lucky McKee.
Per chi bazzica da queste parti sa che recentemente ho visto e recensito due dei suoi film, ecco che recensisco la sua opera prima: lo scioccante May.

Un film bellissimo, coaudiuvato da un cast di eccezionale, con una trama originale e intrigante.
La protagonista è la classica nerd sfigata, che conosce, incontra e si illude di aver trovato amici e la persona giusta, ma poi, si renderà conto che la realtà è ben diversa da come aveva immaginato e allora attuerà una atroce vendetta.
Stilisticamente ci troviamo di fronte a un film curioso ben diverso dai classici horror tradizionali, la regia e frammentizzata da una originale e al quanto bizzarra trama che rende la pellicola innovativa  e particolare.
Abbiamo inoltre una protagonista, Angela Bettis che è praticamente perfetta per il ruolo di May.

Lucky McKee è bravissimo nel tratteggiare la psicologia dei personaggi, come la protagonista, una bambina ossessionata da una bambola che dice sia la sua unica e sola amica, cresciuta quella bambola diverrà la sua ossessione, e la spingerà verso azioni atroci verso il finale a sorpresa da pelle d'oca.
Una cattiveria inaudita o la sottolineatura di una mente malata?
A voi l'interpretazione, Lucky McKee è un talento, e lo si capisce sin dalle prime scene e da una scrittura incisiva e tagliente della sceneggiatura, oltre che da una regia attenta e stuzzicante.
Non potrei definirlo un moderno Hitchcock, ma ci siamo vicini.
Un film disturbante e coinvolgente come pochi.
Da non perdere.
Voto: 8



Commenti

  1. Lucky McKee è un regista che non ho mai saputo come prendere, e questo film ne è il manifesto perfetto... non so, non mi ha mai convinto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. invece a me è piaciuto, per certi versi mi ha ricordato carrie di Brian De Palma, anche se Mckee è piuttosto lontano ^_^

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.