Passa ai contenuti principali

Evilenko

David Grieco traduce per lo schermo il suo romanzo, il comunista che mangiava bambini, e sceglie come protagonista il grande attore ingiustamente sottovalutato ma capace di farti rabbrividire, Malcolm McDowell che i cinefili più incalliti ricorderanno nel capolavoro di Stanley Kubrick, Arancia Meccanica, ma andiamo a noi: Il film riprende la storia del più feroce ed efferato serial killer russo, un pedofilo assassino cannibbale  che uccide i bambini o ragazzi violentandoli, facendoli a pezzi e poi mangiandoli.
Una furia omicidia segnata dalla fine di quel regime in cui molte persone hanno creduto, e gli ha fatto perdere la testa...ma Evilenko (nella vita vera l'assassino si chiamava Chikatilo) è un enigma che ancora oggi molte persone si chiedono, perchè nel film si nota alla fine che non c'è prova dell'avvenuta morte di quest'uomo...ok ho spoilerato, ma non ne potevo fare a meno.
Il film non è un capolavoro, ma colpisce per l'assoluta inquietudine dell'assassino, magistralmente interpretato da McDowell, il suo Evilenko è un orco assassino da cui scappare a gambe levate, fa paura, ma allo stesso tempo rimani impressionata dal suo modus operandi, non so se rendo l'idea, il tutto grazie alla sua bravura.

Una storia di sangue, morte che sottolinea la perdita della razionalità, che regola la nostra vita, ovvero la distinzione tra bene e male che ci fanno capire i limiti che vengono messi all'uomo per una convivenza pacifica.
Quando avviene questa mancanza si scatena la mostruosità, e allora non c'è da dormire tranquilli, il succo del film è proprio questo, oltre alla perdita di coscienza dopo la fine del comunismo, ma più che coscienza è la perdita dell'identità, che fa venire la follia, e quella identità era intrisa nel comunismo, alla fine, sempre secondo il regista non può che avvenire un bagno di sangue, ricordo comunque che il film è tratto da una storia realmente accaduta, quindi un po' di quello che il regista racconta è vero, anche se lo fa in modo romanzato.
E' una storia che lascia il segno, e che non si dimentica facilmente, malgrado alcuni piccoli difetti, il detective che da la caccia a Evilenko è anche lui comunista, padre di famiglia con una bella moglie, e fa di tutto per smascherare quel brutale assassino che sta mietendo vittime innocenti.
Un film interessante e sconvolgente, che di certo rimane nella memoria del pubblico, grazie a una buona sceneggiatura e all'intensa interpretazione di McDowell, la regia è piuttosto televisiva, peccato, perchè il film avrebbe molte potenzialità per essere un grande film.
Voto: 6 e 1/2




Commenti

  1. D'accordo con te, la regia un pò televisiva ma il film ben interpretato e organizzato...

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Gruppo whattsapp della fabbrica dei sogni? E perchè no?

L'idea mi è venuta parlando con un amico fan di twin peaks, in cui aspetto di entrare nel gruppo whattsapp...mi sono chiesta sarebbe carino incontrare su whattsapp tutti gli amici blogger, Ford, il Cannibale, Miki Moz, Bollicina, Kelvin, Lisa Costa e via dicendo se siete daccordo inviatemi o una email, all'indirizzo lafabricadeisogni@gmail.com, oppure un mex su faccialibro, sarebbe una cosa grandiosa chattare con tutti gli amici e farci anche quattro risate in proposito, se ci state fate un fischio che vi aggiungo ok?

Prima di cominciare...un piccolo sfogo...

Di solito uso il blog soltanto per recensire film, perchè questo è un blog che tratta principalmente di cinema, ora questa sera dovrei recensire il film d'exploitation, lo recensisco dopo questo piccolo sfogo.
Innanzitutto trovo abberrante che le stesse donne giustifichino lo stupro, la signora Selvaggia Lucarelli in primis nel suo profilo facebook, dove io ho risposto dicendo la mia, ha dei dubbi a riguardo, perfettamente d'accordo, ognuno da opinionista può dire la sua.
E questa sera anche io mi vesto da opinionista, ma non da opinionista strapagata dai media italiani per dire castronerie a riguardo, ma da semplice blogger che svolge il suo lavoro con passione giorno dopo giorno GRATUITAMENTE.
Non voglio certo popolarità ma mi rabbrividisce ciò che c'è nel suo profilo, praticamente sembra che Harvey Weinstein in confronto a Polanski sia da giustificare, non da condannare o mettere in croce, perchè se la signora Lucarelli non lo sa, sia Weinstein che Polanski sono entram…

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…

Visioni in diretta - Tanto per cominciare...Glow

Nasce la nuova rubrica della fabbrica dei sogni, sulle visioni in diretta, ovvero mentre guardo un film, una serie tv, commenterò il tutto in diretta nel blog...
E questa cosa amici è una novità nella blogosfera, e nasce proprio alla fabbrica dei sogni, quindi è un innovazione, che senza dubbio non è roba da poco, spero di fare quotidianamente grandi cose in proposito.
Intanto sto guardando Glow prima stagione episodio 4, tra poco comincio l'episodio 5.
Allora Glow è una serie tv carinissima di netflix, e la prima stagione ha fatto parlare molto bene in giro tra i siti e blog, il quarto episodio mi sta piacendo molto, specie la parte della ragazza che si confronta col padre wrestler, e soprattutto sul mondo maschilista che ci sta dietro.
Persino il regista si è beccato un ceffone...poveraccio!!!
Comnque ora proseguo con la visione, ci vediamo dopo con la fine dell'episodio 4 e l'inizio dell'episodio 5...ovviamente aggiornerò il post con gli ultimi commenti...a dopo am…