Passa ai contenuti principali

American Hustle - L'apparenza inganna

L'operazione Abscam, raccontata da uno dei talenti registici più curiosi degli ultimi anni, David O' Russell che per l'occasione riunisce molti attori che hanno lavorato per lui nelle precedenti pellicole, ma questa volta si racconta un fatto realmente accaduto in america verso la fine degli anni settanta.
Al centro c'è un truffatore che viene pescato da un agente dell'fbi, che gli fa un offerta, collaborare per toglierlo dai guai, al suo fianco c'è la giovane amante che è colei che lo ha sempre amato, mentre la moglie resta a casa a occuparsi del figlio, e che rischierà di farlo scoprire in una occasione.
Ci sono anche altre persone che collaboreranno per smascherare il giro di corruzzione che vigeva allora nei membri del congresso degli stati uniti...ma ci saranno anche gravi conseguenze...

Ragazzi, che film!
Prima di tutto vorrei cominciare dicendo che questo è il film che mi ha fatto apprezzare molto David O' Russell, regista de Il lato positivo precedentemente recensito da queste parti.
Poi perchè è fatto benissimo curato altrettanto bene, scritto stupendamente e diretto alla grande, un piccolo capolavoro possiamo dire.
Come non andare  a vedere questo film? Io vi consiglio di correre a vederlo, perchè possiamo semplicemente dire che è il suo miglior film.
Amy Adams è davvero un attrice che sta maturando bene, arriverà l'attesa nomination con vittoria quest'anno? Spero proprio di si, apprezzo molto questa ragazza che film dopo film mi sorprende con le sue scelte coraggiose e anticonvenzionali, il che non è praticamente poco.
La colonna sonora è eccezzionale, si comincia col jazz di Duke Ellington a Delilah di Tom Jones, contornati dai successi disco di quegli anni.
Il film racconta in maniera eccezzionale gli eventi che sono narrati in maniera diretta nuda e cruda da un regista che dimostra di essere cresciuto.
Sentiremo parlare ancora di David O' Russell ne sono sicura, il cast di attori ne vogliamo parlare? Da Christian Bale, Bradley Cooper, Amy Adams e Jennifer Lawrence danno tutti ottime prove recitative, che rendono il film unico e imperdibile oltre che particolare.
In poche parole, un filmone.
Voto: 8


Commenti

  1. Sì, un film assolutamente perfetto. Forse di poca sostanza, come sottolineano i detrattori, ma di tanta, tantissima forma. Cinema hollywoodiano di gran classe, intrattenimento puro al 100%. E in questo caso non è un difetto, anzi!

    RispondiElimina
  2. ottimo film che conferma il talento di David O. Russell. Tuttavia il premio di Migliore Attrice protagonista lo meriterebbe Meryl Streep che in I segreti di Osage County fa un'interpretazione mostruosa (in senso positivo naturalmente). Dicimo che forse lo vincerà Jennifer Lawrence come attrice non protagonista, anche se io lo darei a Julia Roberts sempre per Osage County.

    RispondiElimina
  3. mi pento amaramente di non essere andato a vederlo ,appena sarà reperibile una versione buona dal web rimedierò e vedrò il film che immagino sia molto bello ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. stupendo direi, myers corri a vederlo :)

      Elimina
    2. orami devo aspettare che si trovi una versione hd in rete, al cinema, dalle mie parti l'han tolto

      Elimina
  4. oooh allora aspetto di vedere anche i segreti di Osage Caunty con Meryl e Julia, che tra l'altro sono due mie attrici preferite :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. daccordo per Meryl, ma la Roberts non l'ho mai sfangata, non nego che ha fatto alcuni film interessanti e l'oscar per Erin Brokovitch è meritato, ma per il resto la identifico troppo con quelle commediacce rosa e nel complesso la reputo un attrice sopravvalutata.

      Sia esteticamente, che come attirce perferisco di gran lunga quel bocconcino della nipotina Emma :-P

      Elimina
  5. Una pellicola veramente riuscita, con un cast di attori stellare che danno il meglio di sè..
    Colonna sonora elettrizzante!!!
    :::)))

    RispondiElimina
  6. Per me un film troppa forma e poca sostanza.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Un Anno Vissuto Pericolosamente

Anche questa settimana torna il cinema di Peter Weir, oggi abbiamo uno dei suoi migliori film Un anno Vissuto Pericolosamente, che diede l'oscar come migliore attrice non protagonista all'attrice per altro esordiente Linda Hunt, in un ruolo maschile.

Robocop

Prima di quest'anno non avevo mai visto Robocop il primo per intero, e ne hanno fatto un remake che ancora non ho visto, spero di recuperarlo, anche se in giro dagli amici bloggers ho letto che era decisamente da perdere.
Comunquesia una sbirciatina gliela do...ma lasciamo perdere il remake e concentriamoci sul film in questione.

Speciale Exploitation - Le macchine che distrussero Parigi

Speciale Exploitation Eccezionalmente anche questo sabato, continua la rassegna dedicata a Peter Weir, dato che ha cominciato proprio con l'Ozploitation, questo è senza dubbio il suo film d'esordio cinematografico.
Un film incredibilmente sorprendente sia per le tematiche trattate, sia per la messa in scena che colpisce restando nella memoria.
Non mi stupisco che le qualità registiche di questo regista, che finalmente sto approfondendo adesso, siano presenti persino nel suo film d'esordio.

Prima di cominciare...un piccolo sfogo...

Di solito uso il blog soltanto per recensire film, perchè questo è un blog che tratta principalmente di cinema, ora questa sera dovrei recensire il film d'exploitation, lo recensisco dopo questo piccolo sfogo.
Innanzitutto trovo abberrante che le stesse donne giustifichino lo stupro, la signora Selvaggia Lucarelli in primis nel suo profilo facebook, dove io ho risposto dicendo la mia, ha dei dubbi a riguardo, perfettamente d'accordo, ognuno da opinionista può dire la sua.
E questa sera anche io mi vesto da opinionista, ma non da opinionista strapagata dai media italiani per dire castronerie a riguardo, ma da semplice blogger che svolge il suo lavoro con passione giorno dopo giorno GRATUITAMENTE.
Non voglio certo popolarità ma mi rabbrividisce ciò che c'è nel suo profilo, praticamente sembra che Harvey Weinstein in confronto a Polanski sia da giustificare, non da condannare o mettere in croce, perchè se la signora Lucarelli non lo sa, sia Weinstein che Polanski sono entram…

Ciclo Horror Stories - Nerve

Uscito sull'onda del caso bufala Blue Whale, in cui si dice che porta al suicidio i ragazzini, sinceramente all'inizio ci ho creduto anche io, ma poi parlando con Miki Moz, grande amico, si è giunti alla conclusione che era una bufala, o come dice anche Frank, di combinazione casuale una Creepypasta.
Il sospetto che questo film abbia creato un caso fantomatico di gioco killer è grande, anche perchè diciamocelo, il caso è scoppiato pochi giorni dell'uscita di suddetta pellicola.
Non è certamente male, la trama e il coinvolgimento ci sono, però manca qualcosa che lo faccia diventare un buon film: è troppo costruito.
I film troppo costruiti affossano il grande potenziale per trasformarsi in filmetti da popcorn, il che per un opera cinematografica è un grave difetto
La regia a 4 mani peggiora ulteriormente le cose, non esiste un punto di vista autentico che faccia da contraltare alle azioni dei personaggi, questo i registi non lo fanno, limitandosi solo a seguire il copione e…