giovedì 12 marzo 2009

L'atlante di Jean Vigo

Non ci sono parole per descrivere L'atlante, perchè forse non esistono.
Un film che è come una sinfonia, un opera lirica, pura poesia, trasuda d'amore dalla prima all'ultima scena, la mia
non vuole essere una semplice recensione, perchè un'opera d'arte come L'atlante di Vigo, la si può solo guardare ed ammirare in tutta la sua bellezza.
Ebbene si, la fotografia rigorosamente in bianco e nero narra una apparentemente semplice storia d'amore, ricchissima di pathos erotici per l'epoca ma d'impatto affascinante che colpisce al cuore, eppure qui accade anche il dramma, c'è la passione, la gelosia, la vita...opera che è l'ultimo film di Vigo, spero di trovare anche il primo e di vederlo perchè già dalle immagini sul mare che trovo straordinarie, molto oniriche e surreali, come d'altronde lo è tutto il film, il marinaio Jules si sposa con Juliette e insieme viaggiano con l'atlante, lei sogna di andare a Parigi...ma non vi posso raccontare la trama di un film irraccontabile, sprecherei del tempo e vi rovinerei la sorpresa, l'unico consiglio che posso fare e lasciatevi rapire dalle immagini e dalla passione di Jules per la sua Juliette, ne rimarrete incantati...







2 commenti:

  1. Verissimo. C'è più erotismo in questo film che in un film di Tinto Brass.

    RispondiElimina
  2. hai ragione quello non si può definire erotismo ma cinema trash ^^

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...