Passa ai contenuti principali

Velluto Blu

Prima di Twin Peaks Lynch dirige Velluto blu e scandalizza Venezia, Velluto blu è un opera inquietante e affascinante, è la storia di Doroty Vallens, interpretata da una brava Isabella Rosselini, allora compagna di Lynch, una cantante di night club masochista e vittima delle perversioni di Frank Booth, un criminale psicopatico che la sottopone alle sue perversioni e le ha rapito il marito e il figlio, lo scenario è quello delle cittadine di provincia, tanto care a Lynch soprattutto nella prima parte della sua filmografia sin dall'inizio il carrello mostra una ridente cittadina, con fiori nei giardini, pompe dei pompieri con il pompiere che saluta i cittadini, i bambini che vanno a scuola da soli, e lo mostra con l'assoluta consapevolezza che il pubblico inesperto non immagina ciò che succederà dopo, che sarebbe il classico pugno nello stomaco per chi non conose Lynch, che ci fa capire, può succedere in una cittadina così tranquilla tanta corruzzione e tanta perversione? La risposta è si, ed è tramite Jeffrey Beaumont, (autentico alter ego di Lynch soprattutto in questo film) giovane che viene affascinato dal lato oscuro della cittadina dopo aver trovato per caso in campagna un orecchio mozzato, così iniziano le sue indagini, ad aiutarlo c'è Sandy Williams (Laura Dern al suo primo film con Lynch) figlia del detective locale. Tramite le loro indagini Lynch mostra tutto il marcio della "ridente cittadina" e mescola l'innocenza dei due ragazzi con la perversione di Frank e Doroty, in un escalation che li farà apparentemente cadere in una voragine. Da non sottovalutare il voyerismo, il nascondersi per scoprire, che anticipa di gran lunga questa discesa agli inferi, ma è Jeffrey il punto cardine per risolvere il problema e riportare il tutto come era prima di questo inferno, e per farlo decide di aiutare Doroty per liberarsi di Frank, interpretato tra l'altro da un grandissimo Dennis Hopper, qui nella sua migliore interpretazione. Il tutto farà nascere anche il rapporto d'amore tra Jeffrey e Sandy, e Lynch da autentico genio del cinema qual'è mostra anche il desiderio di trasgredire da un lato fa nascere il rapporto tra Sandy e Jeffrey,  e dall'altro mostra il desiderio di possedere Doroty, ma sarebbe un rapporto senza futuro in quanto la donna che fa l'amore con lui per essere consolata, e aiutata, ma poi vuole da Jeffrey la stessa violenza di Frank, così Jeffrey l'aiuta, soprattutto quando viene pestato a sangue da Frank e i suoi scagnozzi, e si mette sulle sue tracce senza tregua fino a che per salvarsi la vita prende una decisione che non si sarebbe aspettato.
Un capolavoro, un opera scritta e diretta da un Lynch in stato di grazia che dopo il fallimentare Dune prende in mano un suo vecchio progetto e lo traduce per il grande schermo, e tra l'altro ottiene la sua seconda candidatura agli oscar, da sottolineare anche che con Velluto Blu è iniziato il sodalizio con il compositore Angelo Badalamenti che continua ancora adesso. Film che anticipa Twin Peaks per certi aspetti della vicenda e che gli dona il primo abbaglio di popolarità tra gli appassionati di cinema. Da collezionare. 

Commenti

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.