Passa ai contenuti principali

King Kong

                                                         
E' nella straordinaria forza emotiva delle immagini il segreto di King Kong, che nonostante siano passati ben 77 anni riesce ancora ad ipnotizzare e a impressionare chi lo guarda, gli effetti speciali che all'epoca erano rivoluzionari (oggi ormai sono obsoleti ma questo è tutto un altro discorso) riescono tutt'oggi ad incollare lo spettatore, nell'ora e mezza di visione di King Kong, ero letteralmente impressionata soprattutto da King Kong - veramente stupenda la tecnica stop motion - e nonostante allora non c'era la computer graphic che  nel frattempo con l'opera di Peter Jackson che ha preso molto spunto da questo film, anche se vi sono molte differenze sostanziali, ma di questo ne riparleremo appena possibile - l'originale king kong non vuole intenerire lo spettatore, vuole terrorizzarlo, in tutto e per tutto, questo scimmione gigantesco che ha un anima ovviamente incute agli uomini solo ed esclusivamente terrore, nonostante le sue buone azioni per salvare la vita a Ann Darrow - stupenda Fay Wray - non viene mai compreso dagli uomini che addirittura lo portano fino in città per farne un fenomeno da Barraccone. Un film epocale, un capolavoro assoluto che a tutt'oggi riesce a spaventare lo spettatore forse anche più di ieri, immagginiamo quando uscì al cinema, dentro una sala buia, già penso ai brividi che una persona può avere davanti a un'opera del genere e li sento anche adesso mentre scrivo la recensione al film...Ann Darrow viene convinta a partire per un documentario da un giovane regista che deve girarlo, all'arrivo nella savana trovano una tribù che secondo una credenza deve trovare una moglie per Kong, e rapiscono Ann Darrow, da qui un susseguirsi di avventure mozzafiato, e di pericoli a non finire, straordinarie le scene con i dinosauri in quella che sembra proprio una terra perduta dove apparentemente non c'è via s'uscita Magistrale.

Commenti

  1. Bellissimo. Altro che quello di Jackson: il remake è inutile perchè non c'è nulla che non va nell'originale; è la prova che la tecnica di per sè non fa un film (anche se Avatar mi è piaciuto molto), è l'idea che conta.

    RispondiElimina
  2. è vero questo film è unico e inimitabile, nel remake di Jackson manca il senso di paura che ti da questo film, ma per il resto non l'ho trovato male anche se non si può paragonare a questo film ^^

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.