Passa ai contenuti principali

Quei Bravi Ragazzi

 Quei Bravi Ragazzi, per me è il capolavoro massimo di Martin Scorsese, un film estremo, violento, un opera tanto innovativa quanto viscerale. Scritta con Nicolas Pileggi e ispirata da un fatto realmente accaduto, non è il classico film di mafia come lo era il padrino di Coppola, Scorsese sceglie la strada opposta e sbatte in faccia al suo pubblico tutta la violenza della criminalità organizzata, non curandosi delle censure (per me esagerano perchè credo che opere di questo genere senza scene di violenza non sono realistiche per niente) nè di quello che dicono i suoi detrattori, con quei bravi ragazzi in cui recitano anche i suoi due attori feticcio Robert De Niro, e Joe Pesci Scorsese non si limita a raccontare la violenza di quel mondo, ma anzi ne sottolinea la psicologia delle persone che vi entrano, ne mostra i comportamenti, i rituali, i piani, le sorribande straordinario il mitico carrello con in sottofondo than he kissed me con Ray Liotta e Lorein Bracco che entrano nel ristorante, una scena già entrata nella storia del cinema, come il grandissimo colpo milionario ideato da Robert De Niro in cui il prezzo da pagare è più caro della vita stessa, ma è meglio che non dico niente per non rovinare la sorpresa a chi il film non l'ha visto, e così dai sottoboschi fino alle stelle con una discesa agli inferi da paura Scorsese ci fa entrare nella giungla della mafia, e ci fa restare senza fiato per un opera che non lascia spazio a nulla ma che non si dimentica facilmente, un opera spiazzante, sconvolgente, straordinaria, in poche parole un capolavoro che si dimentica difficilmente, così inizia il film con Harry che ammira i gangster e vuole entrare a far parte del loro mondo, e così ci entra da ragazzo e diventa insieme a Tommy De Vito un "Bravo Ragazzo" uno in gamba, perchè quelli che lavoravano secondo loro erano fessi, gente senza palle, ma loro che appartenevano a un gruppo criminale, erano veri uomini, uomini capaci di uccidere a sangue freddo e non sentirne alcun rimorso, di rubare di fare qualsiasi cosa tutto in nome del denaro, Quei bravi ragazzi è tutto questo e molto più volete provare che quello che dico è vero? Allora non vi resta che guardare questo film.

Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.