Passa ai contenuti principali

L'altro Delitto

 L'altro Delitto è la storia di un amore, di un delitto, e di un mistero, chi ha ucciso Margareth Strauss? Roman suo marito riconosciuto colpevole? O c'è dell'altro? In un crescendo di tensione ricchissimo di colpi di scena, troviamo Grace, vittima di incubi in cui si sveglia di notte in preda a urla laceranti dicendo che qualcuno la vuole uccidere, del caso se ne occupa il poliziotto Mike, (interpretati da Branagh e dall'allora sua moglie Emma Thompson) che indaga per scoprire la vera identità di Grace che soffre di amnesia, un giorno un ipnotizzatore letto l'annuncio sul giornale bussa alla porta della casa di Mike, dicendo che può aiutare la donna a scoprire cosa le è successo, alla prima seduta cominciano a raffiorare i ricordi di Margareth (interpretata anche da Emma Thompson) e l'incontro con Roman i due si innamorano subito e si sposano, andando a vivere con Inga e il figlio Frankie, che hanno aiutato Roman a partire dalla Germania per arrivare negli stati uniti.
Kenneth Branagh dirige un opera travolgente, frammentizzata inoltre dal continuo passare tra presente e passato per ricostruire il mistero e trovare la soluzione al caso in cui non tutto è come appare e i sospetti man mano che si va avanti si moltiplicano, una scatola cinese, che si apre soltanto verso il finale davvero sconvolgente e inaspettato, Branagh ci sa fare anche confrontandosi con un opera di genere, e non cade mai nel banale o nel ripetitivo, ma anzi da un tocco quasi hitchcokiano all'opera, da sottolineare anche il cameo di Robin Williams che è il personaggio che mi è piaciuto di più da applausi poi Hanna Schygulla e Derek Jacoby l'ipnotizzatore che da al suo personaggio l'inquietudine ma soprattutto la fiducia di chi cerca delle risposte al proprio passato Travolgente.

Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.