Passa ai contenuti principali

Beautiful Girls

E' una commedia che ricorda alla lontana i fasti di un capolavoro come Il Grande Freddo, che troverete prossimamente alla fabbrica, diretta da Ted Demme con un cast di attori allora alcuni emergenti, altri promettenti che di seguito hanno riscosso successo mondiale al cinema, esempio tra tutti l'allora quindicenne Natalie Portman.
Ted Demme che intelligentemente si distanzia dal film di Lawrence Kasdan e dirige una commedia disincantata, a tratti disillusa, sull'amore, e le mille illusioni e contrasti legati ai rapporti di coppia.
Il film è incentrato sull'arrivo di Willy a casa, prima del matrimonio per una rimpatriata con i vecchi compagni del liceo; c'è l'amico in crisi che vorrebbe tornare con la sua ex, dopo che lei lo ha tradito con il macellaio, c'è Tommy, che è diviso dall'amore per la semplice Sharon e per la + matura e sposata Darian, c'è l'amico che va matto per le modelle, e che ne vuole sposare una...e ci sono le donne: Marty, una ragazzina adolescente, che si prende una cotta per Willy;  c'è Andera, che fa colpo sui nostri amici ma che cerca un amore sincero; c'è Sharon che soffre terribilmente perchè ha capito che Tommy frequenta ancora Darian, donna sposata e annoiata che non perde tempo a divertirsi, stando su un piede in due scarpe. Alla fine saranno i veri sentimenti a trionfare, anche se si rischia di interrompere rapporti con persone autentiche, e di fare la figura degli stronzi.
Un film che concentra benissimo anche il punto di vista femminile sulle questioni di cuore, ben calibrato con alcuni momenti particolarmente divertenti, si noti il monologo di Rosie O'Donnel al supermercato quando parla delle foto delle modelle che sono false, e che la maggioranza delle donne non può permettersi corpi così perfetti, almeno non senza chirurgia plastica, oltre questa segnalo tra le scene migliori anche quella del bar, dove cantano insieme spensierati.
E' l'amore che viene raccontato senza falsi mascheramenti, da un regista ispirato con degli attori di talento, con personaggi realistici, veri, creando un film fresco e per nulla scontato.
Un film che esprime l'amore in ogni scena, il personaggio che preferisco è quello di Sharon, interpretata da una bravissima Mira Sorvino, che deve soffrire per un amore mai dimenticato del suo tommy per Darien, che era la sua ragazza al liceo...anche lui capirà che non potrà mai stare legato a quei tempi, chi vincerà la partita? Per questo dovete guardare assolutamente il film. E Willy? Riuscirà a sposare la sua ragazza e capire che non deve rinunciare ai suoi sogni?
Una delle migliori commedie sentimentali degli anni novanta, con una regia schietta e sincera, che non vuole raccontare una favoletta d'amore stile Meg Ryan e Tom Hanks, ma vuole raccontare sentimenti veri, con un cast di attori con le palle, e una colonna sonora spumeggiante, che volete di più da un film d'amore?
APPETITOSO




Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.