Passa ai contenuti principali

Beautiful Girls

E' una commedia che ricorda alla lontana i fasti di un capolavoro come Il Grande Freddo, che troverete prossimamente alla fabbrica, diretta da Ted Demme con un cast di attori allora alcuni emergenti, altri promettenti che di seguito hanno riscosso successo mondiale al cinema, esempio tra tutti l'allora quindicenne Natalie Portman.
Ted Demme che intelligentemente si distanzia dal film di Lawrence Kasdan e dirige una commedia disincantata, a tratti disillusa, sull'amore, e le mille illusioni e contrasti legati ai rapporti di coppia.
Il film è incentrato sull'arrivo di Willy a casa, prima del matrimonio per una rimpatriata con i vecchi compagni del liceo; c'è l'amico in crisi che vorrebbe tornare con la sua ex, dopo che lei lo ha tradito con il macellaio, c'è Tommy, che è diviso dall'amore per la semplice Sharon e per la + matura e sposata Darian, c'è l'amico che va matto per le modelle, e che ne vuole sposare una...e ci sono le donne: Marty, una ragazzina adolescente, che si prende una cotta per Willy;  c'è Andera, che fa colpo sui nostri amici ma che cerca un amore sincero; c'è Sharon che soffre terribilmente perchè ha capito che Tommy frequenta ancora Darian, donna sposata e annoiata che non perde tempo a divertirsi, stando su un piede in due scarpe. Alla fine saranno i veri sentimenti a trionfare, anche se si rischia di interrompere rapporti con persone autentiche, e di fare la figura degli stronzi.
Un film che concentra benissimo anche il punto di vista femminile sulle questioni di cuore, ben calibrato con alcuni momenti particolarmente divertenti, si noti il monologo di Rosie O'Donnel al supermercato quando parla delle foto delle modelle che sono false, e che la maggioranza delle donne non può permettersi corpi così perfetti, almeno non senza chirurgia plastica, oltre questa segnalo tra le scene migliori anche quella del bar, dove cantano insieme spensierati.
E' l'amore che viene raccontato senza falsi mascheramenti, da un regista ispirato con degli attori di talento, con personaggi realistici, veri, creando un film fresco e per nulla scontato.
Un film che esprime l'amore in ogni scena, il personaggio che preferisco è quello di Sharon, interpretata da una bravissima Mira Sorvino, che deve soffrire per un amore mai dimenticato del suo tommy per Darien, che era la sua ragazza al liceo...anche lui capirà che non potrà mai stare legato a quei tempi, chi vincerà la partita? Per questo dovete guardare assolutamente il film. E Willy? Riuscirà a sposare la sua ragazza e capire che non deve rinunciare ai suoi sogni?
Una delle migliori commedie sentimentali degli anni novanta, con una regia schietta e sincera, che non vuole raccontare una favoletta d'amore stile Meg Ryan e Tom Hanks, ma vuole raccontare sentimenti veri, con un cast di attori con le palle, e una colonna sonora spumeggiante, che volete di più da un film d'amore?
APPETITOSO




Commenti

Post popolari in questo blog

Nightmare Alley - La Fiera delle Illusioni

  C'è chi con le illusioni ci campa una vita intera... C'è chi usa le illusioni per scopi personali... C'è chi usa le illusioni per giocare con le vite altrui... Dobbiamo renderci conto che questo film, pur essendo un remake, è girato maledettamente bene, forse non è perfetto, ma è buono, e questo basta e avanza per guardarlo. Un film dove Cate Blanchett fa la cattiva non si può perdere, affatto. Alla regia abbiamo quel grandissimo regista che risponde al nome di Guillermo del Toro , da me amatissimo, sin dalla prima volta che vidi  Mimic , in cui recita anche il nostro Giancarlo Giannini , ma è con  Il Labirinto del Fauno , che è entrato nella rosa dei miei registi preferiti, e da allora ho sempre cercato di guardarli i suoi film. Non sono tutti presenti alla fabbrica, ma vi assicuro che ben presto arriveranno, e questa è una mia promessa. Nightmare Alley  si allontana dal genere fantastico che di solito dirige, e così Del Toro  firma un Noir , all'inizio ambientato in

Pretty Little Liars - Stagione 6

  Serie perfetta per un Guilty Pleasure, però stavolta vorrei fare una seria recensione, per quanto mi è possibile. Non ho mai nascosto che Pretty Little Liars mi diverte, però alla lunga che noia... E' sempre la solita storia che si ripete, annata dopo annata senza mai arrivare a un punto. Dopo lo smascheramento di A da parte delle Liars, eccone spuntare un altra, spuntano come funghi, la storia è divisa tra quando vengono imprigionate da A, che poi sarebbe Charles Di Laurentiis  diventato Charlotte Di Laurentiis , e questi gioca con loro, finalmente si scopre chi è che perseguita le cinque amiche, Charlotte viene imprigionata e passano cinque anni...e un nuovo stalker ricomincia la tiritera, perché vuole l'assassino di Charlotte . Ok, credo che a volte è meglio fare poche stagioni ma buone, che tante per allungare il sugo senza alcun motivo. Perché sembra che sia una serie dejavù, dove le cinque protagoniste vengono perseguitate in continuazione, al loro posto sarei andata in

#LaPromessa2022 - A Hidden Life - Una Vita Nascosta

 Questa è la storia di un uomo coraggioso, Franz Jagerstratter che non si è piegato davanti a Hitler , e ha tenuto fede alla sua parole fino in fondo, arrivando persino ad essere condannato a morte e impiccato, perché? Perchè doveva giurare fedeltà a quel bastardo di Hitler, di conseguenza si è rifiutato di arruolarsi nel suo esercito. Le conseguenze arrivano dai vicini e abitanti del villaggio dove sua moglie e le sue figlie vengono trattate come appestate, ma lui non cede e manda avanti la sua scelta per le sue convinzioni cattoliche, per via della sua coscienza, e del mondo intorno a lui, dove si accorge che il terzo reich è sbagliato e allora decide di non fare quello che fanno tutti, arruolarsi e giurare fedeltà al dittatore nazista. Anche sua moglie si accorge che il marito ha ragione, e decide di appoggiarlo, nonostante le conseguenze, nonostante lo sprezzo degli abitanti del villaggio, lui è coerente con la sua scelta. Morirà sul patibolo, ma diventerà beato grazie a Papa Bene