Passa ai contenuti principali

Fuori Orario

Ecco il film più originale, più assurdo e più strampalato di Martin Scorsese.  protagonista è uno strampalato operatore di computer, che per caso o per destino incontra una giovane donna con cui scambia qualche frase a proposito de Il tropico del cancro di Henry Miller. Quando lei lo invita a casa sua incontra una strampatata scultrice,  che veste sempre punk e fuma come una ciminiera; da quel momento gli succedono delle bizzarre coincidenze talmente surreali che se le racconta a qualcuno potrebbero pensare che fosse svitato.
Dal barista che gli propone lo scambio di chiavi per poter aprire la cassa, alla barista che è triste di fare lo stesso lavoro e si invaghisce di lui, ad un altra donna che poi si rivela la più svitata di tutti, questo succede dopo che ha litigato con la ragazza incontrata prima al bar e si lasciano.
Martin Scorsese regala al mondo uno sguardo surreale allucinato su New York, Fuori Orario è un film particolare, con delle scene talmente bizzarre da risultare strano, ma è in questa particolarità che è nascosta la genialità di questa pellicola.
Il film è uscito due anni dopo il flop di Re Per Una Notte, e ha partecipato a Cannes ottenendo il premio per la regia: e nonostante il soggetto particolare è stato un successo.
Il protagonista assoluto è Griffin Dunne, attore particolarmente attivo negli anni ottanta, poi ha iniziato una carriera registica;  gli fanno da spalla Rosanna Arquette, e Linda Fiorentino.
Ma è nella regia di Scorsese il segreto della riuscita del film, scritto da Joseph Minion è in realtà una commedia su un timido impiegato che è dentro a una storia più grande di lui, con delle situazioni talmente assurde che sembra sia dentro un altro mondo dove sono tutti fuori di testa. Paul Hacket non riuscirà a venire a capo di questa situazione se non quando sorge il sole; e si ritrova cosparso di calce da capo a collo per scappare dai vicini del barista che lo vogliono linciare perchè lo credono un ladro: e lui ladro non lo è.
E' inutile spiegare, bisogna guardare e divertirsi, perchè questo film è puro divertimento, fresco surreale, folle e allucinato, il più allucinato di Martin Scorsese.
DA NON PERDERE.


Commenti

  1. L'ho visto un sacco di tempo fa, mi ricordo che mi era piaciuto un casino, uno Scorsese ottimo e insolito. Da RiVedere.

    RispondiElimina
  2. il mio scorsese preferito, insieme a taxi driver

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io mio, ma ci aggiungo anche shutter island e casinò XD

      Elimina
  3. io la prima volta che l'ho visto non credo di averci capito molto. Poi però rivedendolo la goduria è stata totale. Capolavoro!

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.