Passa ai contenuti principali

Paycheck

E ci siamo, un regista come John Woo io lo trovo intrigante, e nella mia collezione non mancano alcuni titoli da lui diretti, tra i quali anche Face Off che spero di recensire alla fabbrica prima o poi. Oggi è il turno di Paycheck, tratto da un opera letteraria di Philip K Dick, narra le gesta di uno scienziato che lavora per una multinazionale, dopo ogni lavoro gli viene cancellata parzialmente la memoria, un giorno uno strano tipo gli fa un offerta che non può rifiutare, gli paga 92milioni di dollari per un lavoro, dopodichè gli verrà cancellata la memoria sempre parzialmente.
Ma tre anni dopo Michael si sveglia con delle cose accanto che apparentemente non centrano niente, dovrà ricostruire con l'aiuto dei suoi amici e della donna che ama ciò che è successo negli ultimi tre anni: ma non sarà una cosa facile, perchè il giovane ha scoperto una macchina che vede nel futuro.
La macchina ovviamente non può funzionare perchè c'è un virus immesso proprio da Michael stesso, che poi si scoprirà il vero motivo per cui ha fatto questo.
Continuamente braccato dall'FBI e dai servizi segreti, deve fare del suo meglio per scoprire l'intricata matassa  e ricostruire cosa effettivamente gli è successo: ce la farà?
John Woo si conferma un autore di classe, e dirige una pellicola avvincente e spettacolare. Tralasciando la recitazione di Ben Affleck è un film che ti tiene incollato e che ti diverte. Certo non offre interpretazioni che si ricordano nel tempo, ma il film è un prodotto di intrattenimento fatto abbastanza bene, capace coinvolgere lo spettatore dall'inizio alla fine.
Il migliore attore che partecipa a Paycheck? Aaron Eckhart, che solo per la sua presenza il film merita di essere visto oltre che alla regia adrenalinica di John Woo; certo non è il suo film migliore, ma per chi si accontenta il gioco vale la candela.
COOL.


Commenti

  1. per me assieme a windtalkers è il peggior film di woo! in più c'è un'incongruenza mostruosa di sceneggiatura che fa crollare tutto il salvabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si non è il suo miglior film, ma cmq non mi è dispiaciuto ^_^

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.