Passa ai contenuti principali

View Conference resoconto manifestazione


VIEW Conference e VIEWFest danno appuntamento al 2013
Torino si conferma capitale internazionale dell’infotainment e dell’audiovisivo
con performance da record per la tredicesima edizione della kermesse
Torino, 21 ottobre 2012 – Con 60 ospiti pluripremiati e oltre 6000 visitatori, molti dei quali
internazionali, VIEW Conference si è conclusa all’insegna del successo, confermandosi la più
importante conferenza europea dedicata ai media digitali. Un momento di incontro per appassionati,
scuole e professionisti che ha registrato un’affluenza di pubblico, proveniente da ogni parte d’Italia ed
Europa. Tutti si sono dati appuntamento a Torino per condividere idee, esperienze, conoscenze con i
più importanti nomi a livello mondiale nel campo dell’animazione, degli effetti visivi, della grafica, del
design, dell’animazione 3D, dei videogames e del cinema digitale.
Questa tredicesima edizione di VIEW Conference, tenutasi presso il Centro Congressi Torino Incontra
da lunedì 15 a venerdì 19 ottobre 2012, ha visto il susseguirsi di talk, workshop, eventi aperti al
pubblico e bootcamp con i nomi più importanti dello scenario mondiale come il 7 volte premio Oscar
Gary Rydstrom, il padre delle serie TV Dan Attias, Genndy Tartakovky che ha presentato in anteprima
italiana il suo primo film per il grande schermo, Hotel Transylvania; il regista Disney-Pixar Mark
Walsh; il mago degli effetti speciali Paul Franklin; Josh Holmes creatore di Halo; Eric Darnell e Rex
Grignon rispettivamente regista e character animator della trilogia di Madagascar; Chris Perry,
pluripremiato regista e sceneggiatore indipendente, Glenn Entis, pioniere della computer grafica; Tom
Wujec, guru del visual thinking, Dan Glass, con la presentazione mondiale del film Cloud Atlas in arrivo
nel 2013 e tantissimi altri ospiti.
Ancora in corso sino a domani, 23 ottobre, i laboratori creativi per le scuole medie torinesi, tenuti da
Erminio Pinque ed Emanuele Micheli che insegneranno ai ragazzi a fabbricare mostri -tramite un
processo di produzione sperimentale che unisce l’arte dei pupi (burattini), delle maschere e dei
costumi- e piccoli robot in grado di interagire con le persone. Gli studenti potranno assemblare i robot
e iniziare a fare i primi passi nella programmazione.
Inoltre VIEW ha indetto numerosi concorsi per premiare i talenti nazionali e internazionali: il VIEW
SOCIAL CONTEST, dedicato a film, cortometraggi, video musicali e pubblicità legati a temi sociali
come la discriminazione, l’immigrazione o la violenza alle donne, vinto da “Caldera” dell’americano
Evan Viera che racconta come la percezione del mondo cambi quando si affetti da malattie mentali; il
VIEW AWARD per cortometraggi animati, andato al corto “Second Hand” opera del canadese Isaac
King; ITALIANMIX per opere dedicate all’Italia, ai suoi simboli e alle sue eccellenze; il GRIMM
ANIMATED per cortometraggi animati che rivisitano i classici dei Fratelli Grimm.
E’ stata poi la volta del VIEWFest, la kermesse che ha presentato grandi anteprime, come quella
nazionale de Alla Ricerca di Nemo 3D e del film indipendente Cloud Atlas, che in Italia arriverà solo nel
2013, nonché l’esclusiva visione italiana del film documentario Indie Game: The Movie premiato al
Sundance Film Festival 2012, e il tributo a Lotte Reiniger, pioniera del cinema di animazione, con la
proiezione di alcuni dei suoi cortometraggi di maggior successo. Tre giorni di prestigiose anteprime
mondiali, il meglio della produzione 3D, retrospettive, film, cortometraggi, arte, videoclip, musica,
workshop per le scuole ed eventi esclusivi. In 4.000 hanno assistito alle proiezioni in calendario dal 19
al 21 ottobre.
VIEW, diretto da Maria Elena Gutierrez, e le sue iniziative si confermano punto di riferimento europeo
della cultura trans mediale a Torino.
‘Un successo da replicare il prossimo anno! – ha dichiarato Maria Elena Gutierrez – L’edizione 2012 di
VIEW è stata una scoperta per oltre 6000 visitatori che hanno avuto la possibilità di incontrare e parlare
con ben 60 ospiti, tutti personaggi di spicco nel campo dell'animazione, degli effetti visivi, della grafica,
del design, dell’animazione in 3D, dei videogames e del cinema digitale. Torino con VIEW Conference e
VIEWFest è la capitale dell’infotainment e della cultura trans mediale e offrono ogni anno grandi
possibilità di crescita coinvolgendo nuovi talenti e studenti del territorio come gli allievi delle scuole
medie torinesi, della scuola Holden, del Politecnico e tante altre, oltre alle anteprime italiane e mondiali
per il grande pubblico.”
VIEW Conference e VIEWFest sono stati realizzati grazie al contributo della Compagnia di San Paolo,
Regione Piemonte, Fondazione CRT, Camera di Commercio di Torino, Città di Torino, Provincia di
Torino e Autodesk. www.viewconference.it/ FB: VIEW Conference/ info@viewconference.it
Contatti stampa
Sec Relazioni Pubbliche e Istituzionali
Teresa Baroni (340 7608713)- Anna Esposito - Francesca Colombo
Tel. 02/624999.1 - baroni@secrp.it; esposito@secrp.it colombo@secrp.it

VIEW  CONFERENCE www.viewconference.it 
VIEWFest www.viewfest.it

CORSO MARCONI 38, 10125, TURIN, ITALY
TEL. +39 011 6680948 - +39 011 19785575;
FAX +39 011 6501214 | info@viewconference.it

Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.