Passa ai contenuti principali

L'amante inglese

Questa è la storia di una donna normale sulla mezza età, con una vita monotona, un marito dottore e dei figli adolescenti. Decide di aprire uno studio di chinoterapia. A darle una mano c'è un gruppo di muratori, tra cui un uomo che a differenza del marito non è un uomo ricco e ha anche trascorsi penali. Tutto questo ci viene raccontato dopo lo sparo di un fucile nella notte, poi si torna indietro di qualche mese per scoprire lo svolgimento dei fatti.
Lei è Suzanne, una donna con un matrimonio tranquillo, borghese, ha si può dire tutto ciò che ogni persona può desiderare. Lui è Ivan, un proletario che in passato è stato in prigione per un colpo andato male, ora sta tentando di rifarsi una vita con il suo lavoro di muratore. Il marito è uno stimato medico sempre dedicato al suo lavoro.
Questa è la storia di un amore che sboccia tra Suzanne e Ivan, una passione incontrollabile e fortissima, che supera tutte le barriere e gli impedimenti. Neppure l'accanita guerra che il marito le fa pur di tenerla accanto a se riesce a contenere quei sentimenti che esplodono:  ma ci saranno delle conseguenze. Suzanne si vede costretta a rinunciare al suo studio perchè il marito le ha tolto i soldi, pur di tenerla con se, ma non basterà. Suzanne accetterà pure di raccogliere pomodori in campagna pur di stare accanto all'uomo che ama, accetterà qualsiasi cosa. La guerra sarà tenace e durissima, e lei non si arrenderà mai...alla fine ci saranno delle conseguenze e saranno devastanti.
Catherine Corsini dimostra di aver imparato la lezione di Truffaut, che cita grazie alla musica de la signora della porta accanto che accompagna questa tragica e drammatica storia; e non è l'unica citazione. La cosa sorprendente è la sua capacità di tenere lo spettatore sulla corda dall'inizio alla fine finchè non riesce a capire come va a finire la storia; in parole semplici lo tiene su un palmo di mano, e sono pochi gli autori in grado di fare questo.
Suzanne si innamora di Ivan perdutamente, arrivando persino a rubare nella sua stessa casa pur di prendere dei quadri per avere dei soldi, dato che il marito glieli ha tolti tutti.
Non c'è nessuna possibilità di recupero, perchè ormai Suzanne ha capito quali sono i suoi veri sentimenti e non è disposta a scendere a compromessi. Vuole il divorzio, ma il marito non glielo da, e cerca in tutti i modi di riportarla accanto a se.
Questo continuo tira e molla, astutamente dosato e la straordinaria bravura dei protagonisti, fanno si che L'amante inglese sia un piccolo gioiellino che merita di essere collezionato.E' come quei film piccoli, unici che quando li vedi ti sorprendono ogni volta e ti lasciano nuove emozioni ogni volta.
E l'enigma dello sparo verrà svelato, ma cosa succederà realmente?
DA COLLEZIONARE.



Commenti

  1. l'ho visto al cinema e ho trovato splendida come al solito la Scott Thomas, veramente una grande attrice. Il film mi è piaciuto ma non mi ha esattamente travolto come mi aspettavo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho trovato sorprendente, infondo è una lotta per stare con l'uomo che ama. Il marito non si arrende mai, non vuole lasciare sua moglie neanche quando capisce che non c'è nulla da fare...il finale è allucinante...non posso dirlo per non spoilerare...

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Gruppo whattsapp della fabbrica dei sogni? E perchè no?

L'idea mi è venuta parlando con un amico fan di twin peaks, in cui aspetto di entrare nel gruppo whattsapp...mi sono chiesta sarebbe carino incontrare su whattsapp tutti gli amici blogger, Ford, il Cannibale, Miki Moz, Bollicina, Kelvin, Lisa Costa e via dicendo se siete daccordo inviatemi o una email, all'indirizzo lafabricadeisogni@gmail.com, oppure un mex su faccialibro, sarebbe una cosa grandiosa chattare con tutti gli amici e farci anche quattro risate in proposito, se ci state fate un fischio che vi aggiungo ok?

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…

Ciclo Horror Stories - Nerve

Uscito sull'onda del caso bufala Blue Whale, in cui si dice che porta al suicidio i ragazzini, sinceramente all'inizio ci ho creduto anche io, ma poi parlando con Miki Moz, grande amico, si è giunti alla conclusione che era una bufala, o come dice anche Frank, di combinazione casuale una Creepypasta.
Il sospetto che questo film abbia creato un caso fantomatico di gioco killer è grande, anche perchè diciamocelo, il caso è scoppiato pochi giorni dell'uscita di suddetta pellicola.
Non è certamente male, la trama e il coinvolgimento ci sono, però manca qualcosa che lo faccia diventare un buon film: è troppo costruito.
I film troppo costruiti affossano il grande potenziale per trasformarsi in filmetti da popcorn, il che per un opera cinematografica è un grave difetto
La regia a 4 mani peggiora ulteriormente le cose, non esiste un punto di vista autentico che faccia da contraltare alle azioni dei personaggi, questo i registi non lo fanno, limitandosi solo a seguire il copione e…

Visioni in diretta - Tanto per cominciare...Glow

Nasce la nuova rubrica della fabbrica dei sogni, sulle visioni in diretta, ovvero mentre guardo un film, una serie tv, commenterò il tutto in diretta nel blog...
E questa cosa amici è una novità nella blogosfera, e nasce proprio alla fabbrica dei sogni, quindi è un innovazione, che senza dubbio non è roba da poco, spero di fare quotidianamente grandi cose in proposito.
Intanto sto guardando Glow prima stagione episodio 4, tra poco comincio l'episodio 5.
Allora Glow è una serie tv carinissima di netflix, e la prima stagione ha fatto parlare molto bene in giro tra i siti e blog, il quarto episodio mi sta piacendo molto, specie la parte della ragazza che si confronta col padre wrestler, e soprattutto sul mondo maschilista che ci sta dietro.
Persino il regista si è beccato un ceffone...poveraccio!!!
Comnque ora proseguo con la visione, ci vediamo dopo con la fine dell'episodio 4 e l'inizio dell'episodio 5...ovviamente aggiornerò il post con gli ultimi commenti...a dopo am…