Passa ai contenuti principali

Burn after Reading - A prova di spia

Comincia anche la rassegna dedicata ai fratelli Coen, il primo film per questa rassegna monografica è Burn after reading.
Che è una commedia alla Coen lo si capisce sin dalle prime scene, in cui vi sono situazioni al limite del grottesco, talmente sopra le righe da risultare accattivanti.
Da autentici maestri della commedia, si divertono pure a mescolare i generi, giocandci pure, succede in quasi tutti i loro film, con Burn after Reading c'è innanzitutto un cast di attori con le palle; per la prima volta c'è il superdivo Brad Pitt tra i protagonisti, e non è solo il primo di new entry attoriali nel cinema dei Coen.
In questo film recitano per la prima volta con i fratelli di Minneapolis anche Tilda Swinton attrice che apprezzo molto, e John Malckovich.
Film che chiude la trilogia dell'idiota cominciata con Fratello dove sei e proseguita con Prima ti sposo e poi ti rovino, la storia, che  presenta personaggi schizzati e imbecilli paternati, racconta di un gruppo che gestisce una palestra che trova un dischetto con  documenti pericolosi, che appartengono a un dipendente della cia che è stato licenziato.
Sua moglie lo tradisce con il suo amico, ma nel frattempo i gestori della palestra ci vogliono guadagnare su, si troveranno immischiati in un gioco più grande di loro finendo per rimanere incastrati a causa della loro idiozia.
Ma forse non è tutto come sembra.
Un film girato molto bene, che rivede i fratelli alle prese con una pellicola piena di citazioni e di invenzioni divertenti dall'inizio alla fine.
Bravissimo Brad Pitt nel suo ruolo di bellone scimunito risulta naturale e per nulla costruito, brava anche Francis McDormand il suo personaggio mi è piaciuto molto perchè nonostante risulti una persona assolutamente normale, cerca di guadagnarci per potersi pagare un intervento di chirurgia plastica credendo che si tratta di documenti segreti...
E' un film fresco, con un umorismo pungente che non lascia mai le caratterizzazioni dei personaggi, che sono ben costruiti con le loro personalità al quanto sopra le righe.
Il cast di attori si muove abbastanza bene, calibrato da una regia appassionata e ispirata, i due fratelli sanno bene cosa vogliono raccontare, e lo dimostrano ad ogni inquadratura.
E' un film che non stanca mai, diverte facendo suo un universo pittoresco di situazioni grottesche e comiche ispirate sia al cinema classico che a quello contemporaneo, e questo frullare di idee rende il film originale senza mai perdere un briciolo di follia, che caratterizza le storie dei Coen.
DA NON PERDERE.


Commenti

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.