Passa ai contenuti principali

Top Gun

Un blockbuster, uno dei film che ha fatto di Tom Cruise un divo planetario.
Queste sono le prime parole che mi vengono in mente se si parla di Top Gun diretto da Tony Scott verso la seconda metà degli anni ottanta, in cui è uscito nei cinema è un film patinatissimo, con una colonna sonora da urlo e una storia accattivante.
Certo Tony Scott ha fatto di meglio, e anche se il film non è certo un capolavoro la visione risulta godibile grazie a una regia stilisticamente accattivante, e una storia che colpisce soprattutto grazie alle interpretazioni degli attori in cui spicca un giovanissimo Tom Cruise, accanto a lui troviamo Kelly McGillis, attrice all'epoca in auge, oggi semidimenticata, che interpreta l'istruttrice di volo.
Il pacchetto è stilizzato al massimo, uno dei primi Blockbuster estivi, fatto per attrarre il pubblico e incassare un pacco di soldi, ma è fatto fottutamente bene,ma la ciliegina sulla torta la da Tom Cruise, che dimostra di dare un carattere e uno spessore al suo personaggio.
Maverick e Gus sono amici da tanti anni, dopo una virata  che ha fatto centro in una missione, vengono reclutati nei top gun, dove devono guidare gli aerei in guerra, per questo devono essere istruiti nella scuola migliore, qui Maverick conosce Charlie, l'istruttrice di cui si innamora, ma deve fare i conti con la morte del suo migliore amico e andare avanti nonostante il dolore...ce la farà?
Tra scene spettacolari, soprattutto quelle con gli aerei durante le istruzioni, passioni, amicizie e tanto altro ancora Top Gun offre uno spettacolo di intrattenimento capace di entrare in un epoca e lasciare il suo marchio impresso; non importa se il film non è un capolavoro, l'importante è lasciare il segno.
Tra le migliori scene quella di quando giocano a palla a volo - tra le più sexy in assoluto della storia del cinema - in cui gli allievi mostrano i toraci sudati, quelle delle missioni, e soprattutto quelle in cui spicca la storia d'amore, che è il centro del film che ha attirato il pubblico femminile in sala.
Canzone cult, take my breath away dei berlin



Qui sopra potete trovare il video della canzone, dove mostra alcune spettacolari scene del film, che resta un opera da vedere per ricordare sia gli anni ottanta, sia per mostrare che allora i blockbuster seppure incentrati su grandi e spettacolari scene, e una storia che colpiva al cuore, erano molto più vicini al cuore del pubblico che li andava a vedere, per questo restano impressi nella memoria, anche questo è cinema.
APPETITOSO


Commenti

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.