giovedì 3 gennaio 2013

Killer Joe

Lo Devo dire, William Friedkin con questo film riprende il pulp, genere che Tarantino ha riportato in auge, e fa un film alla sua maniera: e che film!!!
Innanzitutto abbiamo un attore che è ormai divenuta un icona grazie Magic Mike,  Matthew MacConaughey dove rubava la scena a Channing Tatum, in questo film interpreta un killer che ha il compito di uccidere la moglie di un uomo, lo ingaggia il figlio di quest'uomo per poter ereditare, ma le cose non vanno per il verso giusto anche perchè Killer Joe, pretende la sua paga e anche le attenzioni particolari della figlia femmina. Tutti in particolare sono d'accordo per far fuori quella donna, quando però la via del malloppo diventa un miraggio, anche grazie a degli scheletri dell'armadio della seconda moglie dell'uomo, si scatenerà una carneficina che non lascerà vivo nessuno...o quasi...
Wow, ne ho visti film capaci di tenermi sull'attenzione dall'inizio alla fine, Killer Joe si presenta come una pellicola avvincente, in cui c'è un killer con le palle, e c'è una famiglia di poveracci che sono incapaci di seguire le regole dettate dall'assassino ingaggiato per commettere il fatto. I malcapitati sono talmente idioti che fanno fallire il piano e vengono scoperti proprio dalla persona che hanno ingaggiato, ognuno di loro a degli scheletri nell'armadio, il figlio è indebitato con dei brutti ceffi a causa del suo vizio per il gioco, la figlia vorrebbe cambiar vita e vede in Joe un alternativa alla sua esistenza monotona, il padre è un fannullone buono a nulla, la seconda moglie gli mette le corna proprio con il secondo marito della donna che devono far fuori.
Ci sono parecchie gatte da pelare, e un piano del genere con una famiglia sfasciata in questo modo non può MAI funzionare, le carte verranno scoperte presto, e Joe pretende un risarcimento del suo lavoro...e come si fa a pagare?
William Friedkin costruisce un thriller robusto, che non lascia mai di vista le storie di ogni personaggio, la sua regia sa cosa vuole raccontare e lo fa, nella maniera più sincera possibile.
Scrive la figura di Killer Joe come un Killer serio, uno che sa spaccare il culo quando ce ne è bisogno, ed è anche un poliziotto, quindi conosce le regole della legge.
La cosa più sorprendente è che questa famiglia di emeriti imbecilli, crede che può risolvere qualsiasi cosa e prende in mano una situazione più grande di loro in cui alla fine cadranno tutti come pedine del domino, perchè sono incapaci di gestire la situazione, perchè hanno già perso in partenza.
Qual'è allora la soluzione? Con un finale a sorpresa spiazzante, e fuori di testa si conclude un piano farsa che non farà altro che spargere sangue e far restare le tasche vuote...ma infondo questi mentecatti se la sono cercata.
Menzione speciale a MacCounaghey che si rivela un attore capace di essere credibile anche in questo ruolo di antieroe, il film va visto per la costruzione sorprendente della storia e sia per la sua interpretazione, che è capace di spiazzare anche chi lo credeva un attore capace solo di fare commediole romantiche.
Bravissimi anche tutti gli altri attori, che sanno tenere testa ai loro personaggi, la ciliegina sulla torta è del regista, William Friedkin che ha diretto un piccolo cult costruito su un personaggio che - incrociamo le dita - forse riuscirà ad entrare nella storia del cinema. Il suo Killer Joe ha una personalità che buca lo schermo, e scusate se è poco.
DA NON PERDERE.


3 commenti:

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...