Passa ai contenuti principali

The Avengers

Siamo abituati ai soliti roboanti film cosidetti chiamati di cassetta, ma sono meglio noti come blockbuster, che sono di vario genere, tra quelli di moda in questi anni stanno avendo appeal i film tratti dai fumetti, ormai da più un decennio che sono un appuntamento fisso per gli appassionati, sia di cinema che dei fumetti.
Non si smentisce nemmeno Joss Whedon, che sforna anche lui un comic movie, e presenta al pubblico The Avengers tratto ovviamente dai fumetti Marvel.
Gli effetti speciali sono superlativi, coaudiuvati da una caratterizzazione dei personaggi e della storia che buca lo schermo.
Qui non abbiamo un solo super eroe, ne abbiamo un gruppo intero, e sono stati chiamati per salvare il mondo da Loki, che cerca un cubo che rischia di uccidere il genere umano e distruggere il pianeta terra, riusciranno i nostri eroi a contrastarlo?
Un film appetitoso, divertente che ha nel cast degli attori il suo punto di forza, la regia di Joss Whedon che ricordiamo come ideatore della fortunata serie tv Buffy L'ammazzavampiri, non si smentisce nemmeno per questa opera cinematografica, imbastendo una regia brillante e astuta.
Il cast di attori poi è stellare, abbiamo Robert Downey Jr che riveste i panni di Iron Man, Mark Ruffalo che veste i panni di Bruce Banner/Hulk, poi abbiamo anche Thor e tanti altri supereroi Marvel, compresi i fantastici 4.
Eh si una galleria di supereroi ingaggiati per salvare il mondo contro Loki, fratello di Thor, e la battaglia sarà senza esclusione di colpi.
Un film divertente girato abbastanza bene, che aggiunge un altro tassello in più nei film tratti dai fumetti, risultando originale e per nulla stereotipato, anche se si tratta di un blockbuster.
Cosa vogliamo di più da un film di intrattenimento?
Non c'è affatto il vuoto assoluto dei film di Michael Bay, The Avengers tecnicamente è fatto bene, non è certo un capolavoro ma neanche un film da buttare via.
APPETITOSO.


Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.