Passa ai contenuti principali

Dexter Stagione 2

Torna anche Dexter quest'anno, e per la seconda stagione il killer da ricercare e incastrare è proprio lui Dexter.
Proprio Dexter deve fare i conti con Doakes, che gli sta alle costole, perchè sospetta qualcosa.
E il nostro eroe deve fare in modo che non lo beccano, a complicare il tutto c'è anche Leila, una ex tossicodipendente che ha una ossessione morbosa per Dexter, e questo metterà in serio pericolo il suo rapporto con Rita...
Non spoilero nulla nel dire che Dexter è un serial killer, perchè noi spettatori conosciamo bene il suo lato oscuro, e l'oscuro passeggero che gli cammina sempre accanto.
Anche questa stagione è vincente, Michael C Hall, che avevo conosciuto anni fa con un altra serie tv che sfortunatamente non ho finito, e cercherò di farlo prima o poi, Six Feet Under; in questa serie tv si conferma davvero un istrione, passa dalla normalità alla psicopatologia in poche espressioni del viso, spero che lo facciano lavorare bene perchè ha davvero talento.
E poi diciamocelo, questa stagione mi ha convinta maggiormente nel continuare la visione di questa serie tv.
Ormai è diventato un piccolo cult a casa Lynch, c'è poco da fare.
Dexter è un serial Killer che si muove grazie a un particolare codice, che lui segue alla lettera, il codice di Harry, ma questo ve l'ho raccontato nella recensione della prima serie.
Quello che più convince in questa stagione, è la costruzione di una trama intricata, e sempre in bilico, in cui lo spettatore capisce che la copertura di Dexter per i suoi crimini sarà svelata, ma sarà proprio così?
I giornalisti gli hanno affibbiato persino un nome, il macellaio di Bay Harbor, che a lui decisamente non piace.
E una task force dell'FBI è arrivata a Miami per incastrarlo.
Eh si, le cose si mettono proprio male per Dexter...riuscirà a non farsi incastrare e a continuare la sua sete di sangue facendo a pezzi coloro che sfuggono alla giustizia?
Per saperlo non dovete fare altro che guardare questa stagione.


Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.