Passa ai contenuti principali

The Originals Stagione 1

Ed eccocci arrivati anche allo spin-off di The Vampire Diaries, dalle mie parti non poteva proprio mancare, visto che amo la serie ammiraglia.
Il mio giudizio su The Originals, allora, devo dire la verità, un po' ho storto il naso, per tutta la durata della stagione che ho visionato, l'ho terminata di vedere rendendomi conto che bene o male non era poi da buttare via.
Certamente avrà anche i suoi difetti, questo nessuno lo nasconde per carità, ma uno spin off con i vampiri originali mi sembra un po' la storia di TVD riveduta e corretta.
Voi direte allora continuerai la serie? Io rispondo di si, voglio dargli un altra chance, vediamo se la continuazione conferma alcuni miei sospetti, oppure è tutto un bluff
C'è una cosa che mi ha fatto continuare con la visione...Niklaus, quanto adoro questo personaggio, ora voi penserete, ma come fai il tifo per i cattivi?
Io rispondo, che è molto facile e scontatissimo apprezzare Elijah, che seppur è un ottimo personaggio, e vi assicuro che in questo spin off in alcuni momenti tifavo apertamente per lui, ma Niklaus è Niklaus c'è poco da fare.
La prima stagione è incentrata su una estenuante lotta tra streghe e vampiri, per il controllo del territorio di New Orleans, dove è ambientata la serie, in cui i nostri si trovano coinvolti in strani rituali, all'inizio scopriamo che proprio Niklaus sta per diventare padre, ma le streghe non vogliono che la bambina nasca, poi c'è Marcel, che spadroneggia in città e che in passato è stato amante di Rebekah, che ha un ruolo interessante in questa serie.
Ma è Elijah il punto cardine di tutto, questo lo devo riconoscere, lui si prende cura di Hayley sin dall'inizio, e tra i due nasce qualcosa di molto profondo, poi c'è una strega molto potente, e altre streghe addirittura resuscitate...ma vi lascio qui per non andare oltre, perchè altrimenti vi rovinerei la sorpresa.
Il mio giudizio qual'è? Mi è piaciucchiato lo devo ammettere, anche se non mi ha conquistata come TVD, ma poco importa, si vede che questa serie ha bisogno di carburare per essere metabolizzata a dovere, il che non è certamente un male, anzi, è un qualcosa in più.
Il mio consiglio è...vedetevela solo se avete amato The Vampire Diaries, altrimenti lasciate perdere.
Per quanto mi riguarda sullo schermo del mio pc, The Originals tornerà l'anno prossimo con la seconda stagione, sperando che soddisfi le mie aspettative.


Commenti

Post popolari in questo blog

Robocop

Prima di quest'anno non avevo mai visto Robocop il primo per intero, e ne hanno fatto un remake che ancora non ho visto, spero di recuperarlo, anche se in giro dagli amici bloggers ho letto che era decisamente da perdere.
Comunquesia una sbirciatina gliela do...ma lasciamo perdere il remake e concentriamoci sul film in questione.

Un Anno Vissuto Pericolosamente

Anche questa settimana torna il cinema di Peter Weir, oggi abbiamo uno dei suoi migliori film Un anno Vissuto Pericolosamente, che diede l'oscar come migliore attrice non protagonista all'attrice per altro esordiente Linda Hunt, in un ruolo maschile.

Cineclassics - Falstaff

Torna il cinema di Orson Welles, dopo la caldissima estate di quest'anno, ho messo da parte parecchie cose che stavo facendo, e il percorso cinematografico personale si è arrestato, ma continua ovviamente quando si rinfresca il tempo - dalle mie parti il sole picchia in testa come un assassino, come cantava in siciliano il grande Lucio Dalla - ma andiamo a noi.

Ciclo Horror Stories - Nerve

Uscito sull'onda del caso bufala Blue Whale, in cui si dice che porta al suicidio i ragazzini, sinceramente all'inizio ci ho creduto anche io, ma poi parlando con Miki Moz, grande amico, si è giunti alla conclusione che era una bufala, o come dice anche Frank, di combinazione casuale una Creepypasta.
Il sospetto che questo film abbia creato un caso fantomatico di gioco killer è grande, anche perchè diciamocelo, il caso è scoppiato pochi giorni dell'uscita di suddetta pellicola.
Non è certamente male, la trama e il coinvolgimento ci sono, però manca qualcosa che lo faccia diventare un buon film: è troppo costruito.
I film troppo costruiti affossano il grande potenziale per trasformarsi in filmetti da popcorn, il che per un opera cinematografica è un grave difetto
La regia a 4 mani peggiora ulteriormente le cose, non esiste un punto di vista autentico che faccia da contraltare alle azioni dei personaggi, questo i registi non lo fanno, limitandosi solo a seguire il copione e…

Speciale Exploitation - Le macchine che distrussero Parigi

Speciale Exploitation Eccezionalmente anche questo sabato, continua la rassegna dedicata a Peter Weir, dato che ha cominciato proprio con l'Ozploitation, questo è senza dubbio il suo film d'esordio cinematografico.
Un film incredibilmente sorprendente sia per le tematiche trattate, sia per la messa in scena che colpisce restando nella memoria.
Non mi stupisco che le qualità registiche di questo regista, che finalmente sto approfondendo adesso, siano presenti persino nel suo film d'esordio.