Passa ai contenuti principali

The Walking Dead - Stagione 5

Ormai The Walking Dead, dalle mie parti è diventato un guilty pleasure, dopo la deludente quarta stagione, questa quinta non è tutta da buttare via, ha alcune cose che la rendono ancora interessante, soprattutto nella seconda parte di stagione.
Nella prima, siamo nel pieno di una guerriglia, e il gruppo finalmente si riforma, nella seconda, i nostri eroi approdano in una cittadella circondata da muri, e ci sono scontri tra Rick, e il marito di una donna di cui si innamora.
L'impianto scenico mi è sembrato che mescola scene fin troppo da soap, e questo rallenta la narrazione e la drammaticità diminuendo la qualità, io avrei accentuato la dimensione horror per farne un cult ancora più incalzante e coinvolgente, invece tutte le premesse finiscono per cadere nell'ovvio e nella banalità, anche se, personalmente non mi è tutto dispiaciuto.
In positivo, c'è ancora la solidarietà e l'amicizia nel gruppo, si riappacificano coloro che hanno litigato nella passata stagione, c'è sempre la lotta per la sopravvivenza verso gli zombie e via dicendo.
In negativo, ci sono scene che se fossero state eliminate twd ne avrebbe guadagnato eccome, con un finale che bene o  male mi ha lasciato qualche speranza in merito.
In poche parole, nonostante tutti i difetti, twd è sempre una serie che non posso trascurare, perché a casa Lynch è ormai un guilty pleasure a cui non voglio rinunciare.
Difetti compresi.
Vediamo la sesta, se la comincio la vedrete tra le serie a destra nel blog, poi vediamo anche di cominciare anche la settima.
In conclusione, twd è e resta un guilty pleasure piacevole con tutti i suoi difetti, ormai numerosi e pregi.
La quinta stagione in parte però non mi ha deluso, mi è piaciucchiata e me la sono goduta, anche se mi aspettavo decisamente molto peggio.


Commenti

Post popolari in questo blog

#LaPromessa2021 - I Cugini

  Mi sono sempre chiesta com'erano i primissimi film di Claude Chabrol  regista che apprezzo molto, conosciuto con il film L'Inferno  di cui ho visto parecchi film, con la scusa della promessa per il 2021, ho deciso di mettere in cartellone uno dei suoi primi film: I Cugini .

#LaPromessa2021 - Lili Marleen

  Questo mese saranno tre i film recensiti per la promessa, anche perché non ho fatto tempo a recensire il secondo di aprile, lo faccio adesso, e spero di recensire in breve tempo anche i film di maggio. Adesso tocca a un film di Rainer Werner Fassbinder  da me amatissimo per tanti motivi e chi bazzica questi lidi sa che ho dato parecchio spazio al suo cinema, quest'anno l'ho fatto partecipare alla promessa, selezionando Lili Marleen  mi sarà piaciuto?

Presto alla fabbrica una sorpresa...

  Venghino signori venghino, se ve piace Lino Banfi, se vi siete trastullati con Edwige Fenech, e avete riso co Pierino o simili, non perdetevi la nuova rubrica dove se parla de sto cinema, no, non sono recensioni, ma ho avuto l'idea sopraffina de parlà del cinema de ggenere, o trash all'italiana, perché anche il trash vole il suo spazio perché è de culto eh? La rubrica se chiamerà   STRACULT  perchè il cult lo lasciamo agli estereofili, nella rubrica si parlerà di diversi film, solo parole e fatti soprattutto che parlano di un certo cinema che andava forte negli anni settanta ottanta o giù di lì. Ci saranno risate e ricordi a non finire, e per chi vuole partecipare mi contatti su facebook o via email o anche sotto questo post CIAOOOOO!!!