Passa ai contenuti principali

Meniamo Le Mani 3 - Terminator

Ohibò anche la fabbrica partecipa alla terza edizione di meniamo le mani, scusandomi per i due giorni di ritardo ma mi era proprio saltato di mente, l'ho praticamente rimosso, comunque come si dice meglio tardi che mai!

Si celebra il cinema action anni ottanta/novanta? Come dire di no alla combriccola di amici bloggers? Così eccomi qui a recensire uno dei cult che hanno segnato un epoca: gli eightees, allora a questo giro di boa, - e la seconda volta che partecipo a meniamo le mani - ho deciso di recensire Terminator di James Cameron.


Non è difficile parlare di un cult come Terminator, che al pari di altre pellicole è diventato un franchise famosissimo, fortunato e soprattutto cult.
Uno dei primi blockbusteroni, ma siano negli anni ottanta, ovviamente in quegli anni non c'era la tecnologia che c'è adesso, e si notano subito i contenuti di fondo delle pellicole.
Si perché la storia di Terminator è prima di tutto molto più curata, coinvolgente, riesce a incollarti alla poltrona, anche se è un Blockbuster, anche se ci sono effetti speciali, non sono invasivi come lo sono nelle pellicole recenti, anzi...pur trattandosi di una pellicola sci-fi, c'è parecchia azione, il che non guasta mai.
Schwarzenegger è perfettamente credibile nel ruolo di un robot, programmato per uccidere Sarah Connor, ma ci sono parecchie donne con questo nome e di certo non fanno una bella fine.
Perché deve uccidere Sarah? Per impedire la nascita di John, suo figlio e futuro capo della resistenza degli uomini contro i robot, che in un futuro prossimo prenderanno il sopravvento uccidendo gli esseri umani.
Un film al cardiopalma, devo dire che James Cameron non si risparmia, dirigendo una pellicola ormai entrata nelle liste dei migliori film anni ottanta e scusate se è poco.
Quindi Terminator non è un giocattolone ricco di effetti speciali, ma un film di contenuti, come se ne facevano un tempo, e oggi ahimè non fanno più.
Un autentico cult da vedere e rivedere, che ovviamente non può mancare in una collezione cinefila che si rispetti.
A proposito della motivazione di questa celebration degli amici del FICA, qui si menano davvero tanto, Kyle, Sarah e il cyborg che deve ucciderla, alla fine….riusciranno a sconfiggerlo?
Niente spoiler, guardatevelo e lo scoprirete.


Commenti

  1. Filmone è dir poco, una trama avvincente in cui il viaggio nel tempo è usato in maniera alternativa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuto alla fabbrica, si è un autentico cult, ricco di innovazioni ed è anche un film di contenuti :)

      Elimina
  2. Se dovessi riassumere al massimo, forse questo è il film che mi ha insegnato come amare il cinema. Non potrei mai essere breve scrivendo di un titolo così perché lo ritengo fondamentale, infatti apprezzo che tu invece, ci sia riuscita ;-) Di fatto sono quattro film in uno, quattro generi diversi (fantascienza ben fatta, azione ancora migliore, una storia d’amore intensa e uno slasher da manuale) tutti perfettamente riusciti. Devo ancora trovarlo un film che maneggia quattro generi così bene, definirlo capolavoro è riduttivo ;-) Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. condivido in pieno, se ci pensi, è si un Blockbuster, ma ha i suoi contenuti perfettamente amalgamati, roba che oggi non sono in grado di fare :)

      Elimina
  3. In una rassegna come questa non poteva mancare Terminator: sono contento che sei riuscita a scrivere il pezzo! :)

    RispondiElimina
  4. E' un film assurdo, un vero e proprio caposaldo del genere.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Knockout - Resa dei conti

In un film d'azione ci vuole il coinvolgimento del pubblico, quando questo viene a mancare si sono tradite le regole fondamentali del genere.
Sappiamo tutti la capacità di Steven Soderberg, di girare film piccoli e coraggiosi, capaci anche di far riflettere; spesso ci mette anche il suo tipico tocco autoriale facendone dei grandi film spendendo pochissimo denaro.
con Knockout ha a disposizione un grandissimo budget, e un cast di attori da capogiro, ma gli manca qualcosa di fondamentale per essere davvero unico, la capacità del suo autore di fare film d'azione. Con questo genere si muove come un elefante in un negozio di cristalleria, incapace di dare una struttura forte alla storia, gigioneaggia con la macchina da presa, cercando un impatto narrativo che invece di coinvolgere lo spettatore in una storia capace di risucchiarla sullo schermo, è capace solo di fare una cosa che per un film d'azione equivale a morte certa: annoiarlo.
Soderberg cerca di fare un film forse diver…

Ro.Go.Pa.G

Un film collettivo, che racchiude 4 episodi, non sono male, ma io personalmente, ho preferito gli ultimi due, sono ben girati e in particolare quello di Pier Paolo Pasolini è il migliore di questo film, in cui 4 dei maggiori cineasti degli anni sessanta, si riuniscono, non c'è nessun legame tra un film e l'altro, che in realtà sono 4 cortometraggi uniti.
L'illibatezza di Roberto Rossellini, Il Nuovo Mondo di Godard, La Ricotta di Pasolini, e infine Il Pollo Ruspante di Gregoretti.
I quattro cortometraggi compongono questo film collettivo e uniscono 4 dei più importanti cineasti del tempo, il mio preferito resta La Ricotta, sorta di commedia che ricorda molto le comiche ai tempi del muto con udite udite anche il grande Orson Welles nel ruolo del regista.
Film che è stato sequestrato dalla magistratura e processato per "Vilipendio alla Religione", ma noi italiani siamo sempre stati così bacchettoni? No perché una cosa del genere sarebbe da spanciarsi dalle risate e…

Aquaman

Dimensione extralarge per Aquaman, credevate che non lo recensivo? Vi sbagliate, ecco a voi la rece del film con quel gran bel fusto di Jason Momoa.