Passa ai contenuti principali

On the Milky Road - Sulla via lattea

Sulla fama della Bellucci, e sul fatto che lei, attrice assolutamente priva di talento, è riuscita a oltrepassare i confini italici, è una cosa che ancora non riesco a capire.
Tralasciamo tutto, e concentriamoci sul film di Kusturica, che, chi conosce questi lidi, è uno degli autori di maggior talento viventi della scena mondiale.

Il film non è male, anzi, l'ho trovato carino e coinvolgente, ma purtroppo non tocca le vette di altri capolavori diretti dal grande Emir Kusturica, è il motivo è semplice...Monica Bellucci, lei è la nota stonata del film.
Daltronde si sa, una volta che ti sei fatto un nome è facile che i registi ti chiamano, non importa se reciti come una capra o una cagna, e peggio ancora ti doppi pure...stendiamo un velo pietoso e parliamo della poetica del film, che senza dubbio meritava al posto della Bellucci, se ci sarebbe stata una attrice di talento il film ne avrebbe guadagnato, e ora staremo qui non a parlare di un buon film, ma di un capolavoro.
Emir Kusturica questa volta ha voluto fare un film mainstream, e lo si capisce anche dagli effetti speciali utilizzati, è fatto bene e ti fa sentire parte della vicenda per carità, ma ci manca quel tocco unico degli altri film diretti dal regista serbo.
La storia in se ti conquista e ti intrattiene piacevolmente, questa volta però non si è badato a spese, a discapito della qualità, ma naturalmente esistono film peggiori, e anche migliori.
Comunque per chi si accontenta non ne rimarrà deluso, sempre se si lascia perdere la non recitazione della Bellucci, ma si guarda ad altro, alla poetica del regista per esempio, che in ogni pellicola non manca mai, e neanche su questa.
Comunque non è certo il miglior film di Kusturica ma è senza dubbio un buon film...sempre se siete dei sognatori o visionari, a me senza dubbio è piaciuto, anche se conoscendo il regista mi aspettavo tanto, ma va bene lo stesso dopotutto come si dice, chi si accontenta gode no?
Voto: 7

Commenti

  1. Visto a Venezia l'anno passato e applaudito dal pubblico. Che dire? Tutto sommato non male: il film funziona e la Bellucci che recita in serbo è un'autentica sorpresa!

    RispondiElimina
  2. Non conosco affatto, ma se capita gli darò un'occhiata ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.