venerdì 8 luglio 2011

My Son My Son, What have ye done

Chissà in quanti vedendo David Lynch presenta...si sono precipitati a prendere questo film di Herzog per vederlo, nonostante ci sia il nome di Lynch il film non si presenta per quello che promette, o meglio, la storia è un fatto di cronaca realmente accaduto alla fine degli anni settanta in america, e però la storia è trasportata ai giorni nostri, malgrado i nomi ci si aspettava un film inquietante, morboso, un thriller che ti teneva sulle spine, invece assistiamo a una pellicola in cui Herzog non ha nessuna idea su quale direzione prendere, l'analisi psicologica di un figlio che totalmente preso da una recita a teatro arriva a uccidere sua madre e si interrogano le persone che lo conoscono? Oppure la tensione di colui che prende degli ostaggi dopo che ha ucciso la madre  (che poi si riveleranno degli animali) e la polizia cerca di liberarli? Nonostante la presenza di attori del calibro di Grace Zabriskie (attrice lynchana per eccellenza) e Willem Dafoe il film sprofonda nella più confusa melandra che un autore possa creare, non c'è azione, non c'è brivido, non c'è tensione NULLA!! Peccato, è un occasione sprecata, Herzog in poche parole costruisce un castello di sabbia, che piano piano si sgretola nella più totale confusione, persino la swat fa un apparizione che rasenta il comico peccato peccato peccato, non ci sono altre parole per descrivere una pellicola da cui c'erano molte aspettative.

2 commenti:

  1. assolutamente d'accordo, una vera delusione!
    di lynch non v'è traccia... *_*

    RispondiElimina
  2. appunto, mi aspettavo tanto da questo film, purtroppo non è come ci si aspetta che fosse...

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...