Passa ai contenuti principali

Chiamami col tuo nome

Certi amori non finiscono...diceva una vecchia canzone di Antonello Venditti, io però mi voglio concentrare su un amore particolare, e vi risparmio le assurdità scritte da certi siti di fondamentalisti e integralisti religiosi, io voglio soltanto avvicinarvi a quello che considero il miglior film italiano della stagione.

Un film italiano, che finalmente parla d'amore in tutte le sue sfaccettature, senza descrivere gli omosessuali come macchiette comiche - che tanto piacciono a certi omofobi - ma solo come esseri umani, che si conoscono, si innamorano ed esprimono i loro sentimenti.
Cosa c'è di peccaminoso in questo? Cosa c'è di peccaminoso nell'amore?
Ve lo dico io: assolutamente niente.
Onore e Gloria a Luca Guadagnino, che ha tradotto per lo schermo il romanzo di Andrè Aciman e lo ha scritto con nientepopodimeno che il grande James Ivory, che di per se è dichiaratamente omosessuale, ecco perché il film è serio e non stupidamente comico.
Siamo nell'estate del 1983, Elio come tutte le estati, va a passare le vacanze a casa dei suoi genitori, in apparenza dovrebbe essere la solita estate, ma non sarà così, perché arriverà un giovane di 24 anni Oliver di cui si innamorerà, e quella estate non sarà per niente un estate da dimenticare.
Per me ha rappresentato davvero un altro tassello nel raccontare l'amore gay in maniera adulta, sincera e reale, piuttosto come maschi che sculettano e gesticolano come donne.
Volete sapere di più? I gay non sono affatto come quelle macchiette - si lo so, sono di parte, in quanto i loro diritti mi stanno molto a cuore, e chi segue questi lidi sa, che ho affrontato l'argomento omosessualità tantissime volte al cinema, ma anche nella vita reale, dove ho tantissimi amici gay, un amica lesbica, un amica trans, con cui vado daccordissimo - perciò questo film è una storia d'amore, ma è anche un viaggio di crescita alla scoperta di se, un occasione in più per guardarlo e soprattutto metterlo di diritto tra i vostri film del cuore, almeno per quest'anno è sicuro che ci sarà.
E la soundtrack ha fatto capolino oggi su faccialibro, dove ho un account.
Per quanto mi riguarda è uno di quei film ambientati negli anni ottanta, capaci di restarti impresso nella memoria, capace di suscitare emozioni molto forti e di sorprendere soprattutto nel finale che non vi anticipo per non rovinarvi la visione.
Un film che parla di un amore che i due decidono di tenere nascosto, illudendosi di poter essere liberi, e per quanto mi riguarda l'amore non è solo un miracolo ma una grande avventura, e se ve lo dico io ci dovete credere.
Correte subito a vederlo.


Commenti

  1. Io ancora non lo vedo ma devo assolutamente, perché ha tutti gli ingredienti per piacermi: estate, storie di ragazzi, anni '80, provincia italiana.
    Il genere della storia d'amore non mi interessa, può essere etero omo o altro.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si in effetti, comunque è un film bellissimo, ti consiglio la visione :)

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.