Passa ai contenuti principali

Gypsy

Quando Gypsy arrivò su Netflix, stavo ancora guardando la terza stagione di Twin Peaks, così decisi di tenerlo al caldo e recuperarlo magari in un altro momento.
Da premettere, non è una brutta serie tv, forse un po' troppo particolare per essere una serie tv, per giunta pubblicata su Netflix.
Ammetto che, per il soggetto trattato, forse sarebbe stato meglio trasformare gli episodi in un lungometraggio, e il film ne avrebbe guadagnato anche grazie al taglio cinematografico della storia, per me anche troppo cinematografico, ecco qual è stato il vero problema di Gypsy e della sua cancellazione sul famoso sito di streaming on demand.
Per me si è trattato di qualcosa di insolito e rispetto a quello che si vede in giro ha un taglio piuttosto originale, Naomi Watts come sempre bravissima, ci regala un personaggio unico del suo genere, intrigante e interessante, che, se fosse stato espresso sul grande schermo, anziché su netflix ne sarebbe uscito forse davvero un piccolo capolavoro.
Ma Gypsy è quello che è, una serie tv, forse troppo straripante per essere tale, e con un finale che apre infinite porte a una storia che se fosse stata sviluppata in maniera diversa ne avrebbe guadagnato, sia in termini cinematografici che televisive.
Allora qual è il problema principale di Gypsy?
L'ho appena detto di sorpa, è troppo poco per essere soltanto una serie tv, dato che le potenzialità immense le esprime in maniera debordante, una storia del genere trasformata in film sarebbe stata davvero un grande film.
Ridotta a una serie tv mostra i lati cinematografici, una serie tv è vero che grazie a tp ora sono degli autentici eventi cinematografici, ma Gypsy lo è fin troppo, se Lisa Rubin fosse stata meno ambiziosa magari adesso staremo aspettando la seconda stagione e si parlerebbe già della terza.
A me è senza dubbio piaciuta, anche se sinceramente non mi ha fatto impazzire.
Sentiremo ancora parlare di Gypsy? Io spero ne facciano un film seguito, perché con quel finale apertissimo vengono alla luce nuove trame e nuovi spunti per continuare la storia.
Per un altra serie tv è senza dubbio un occasione mancata, ma per un film un seguito ce lo vedo eccome, e vi dirò di più, lo aspetto a braccia aperte.


Commenti

Post popolari in questo blog

#LaPromessa2021 - I Cugini

  Mi sono sempre chiesta com'erano i primissimi film di Claude Chabrol  regista che apprezzo molto, conosciuto con il film L'Inferno  di cui ho visto parecchi film, con la scusa della promessa per il 2021, ho deciso di mettere in cartellone uno dei suoi primi film: I Cugini .

#LaPromessa2021 - Lili Marleen

  Questo mese saranno tre i film recensiti per la promessa, anche perché non ho fatto tempo a recensire il secondo di aprile, lo faccio adesso, e spero di recensire in breve tempo anche i film di maggio. Adesso tocca a un film di Rainer Werner Fassbinder  da me amatissimo per tanti motivi e chi bazzica questi lidi sa che ho dato parecchio spazio al suo cinema, quest'anno l'ho fatto partecipare alla promessa, selezionando Lili Marleen  mi sarà piaciuto?

Presto alla fabbrica una sorpresa...

  Venghino signori venghino, se ve piace Lino Banfi, se vi siete trastullati con Edwige Fenech, e avete riso co Pierino o simili, non perdetevi la nuova rubrica dove se parla de sto cinema, no, non sono recensioni, ma ho avuto l'idea sopraffina de parlà del cinema de ggenere, o trash all'italiana, perché anche il trash vole il suo spazio perché è de culto eh? La rubrica se chiamerà   STRACULT  perchè il cult lo lasciamo agli estereofili, nella rubrica si parlerà di diversi film, solo parole e fatti soprattutto che parlano di un certo cinema che andava forte negli anni settanta ottanta o giù di lì. Ci saranno risate e ricordi a non finire, e per chi vuole partecipare mi contatti su facebook o via email o anche sotto questo post CIAOOOOO!!!