Passa ai contenuti principali

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Quando è uscito questo film e finalmente è stato disponibile su CB01, ad essere sinceri ero scettica nel volerlo vedere, poi grazie alle rece degli amici Ford e Cassidy, mi sono convinta a dare un altra chance aWill Smith.
Come è andata?
Posso semplicemente dire che non mi è dispiaciuto affatto, ma non è certamente quella cavolata che alcuni dicono.
Si fa certamente volere bene, ma se cerchiamo il capolavoro in ogni film che vediamo rischiamo di trovarci con un pugno di mosche in mano.
E quindi?
L'esito non è stato affatto male, quindi ci troviamo di un classico prodotto action da vedere con gli amici in compagnia magari davanti a una pizza, o a un pacchetto di popcorn, perché, intendiamoci; è un film senza infamia e senza lode giusto da inserire tra un film impegnato e l'altro, tanto per staccare la spina, e ogni tanto anche questo ci vuole.
Però io ci ho visto anche del potenziale che non è stato del tutto utilizzato, ed è un peccato perché ne poteva uscire davvero un bel film.
Comunque qualche cosina di buono ce l'ha, anche se da Will Smith, attore a cui voglio un gran bene, nonostante tutto, mi aspetto scelte più ponderate ed equilibrate che lo fanno risaltare e che gli diano ampie possibilità di espletare il suo talento sullo schermo.
Comunque, non ho perso dunque la speranza di ritrovarlo ancora in un film migliore di questo magari, e magari parlando di lui in maniera più positiva dato che secondo me le palle del vero attore ce li ha.
Deve solo trovare il regista giusto che faccia uscire quel bellissimo talento che si ritrova.
Parole da fan non da critica cinematografica ovviamente.
Bright resta comunque un film imperfetto, dal buon potenziale che in mano ad un altro regista sarebbe stato anche un grande film.


Commenti

  1. Deludentissimo e senza capo né coda, nonostante ottime premesse! Devo ammettere di non aver mai apprezzato particolarmente Will Smith... Peccato quindi per Edgerton che, in altre vesti, mi ha convinto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si, non è un capolavoro, cmq se vuoi diventare fan di will Smith ti consiglio di vedere i primi due men in black e il primo Independence day ^_^

      Elimina
  2. Non mi aspettavo molto ma è stato ancora più deludente di quel che pensavo.. :s
    Banale.. noiosetto... eppure avrebbe potuto dare tanto con un contesto così particolare.

    RispondiElimina
  3. L'ho trovato abbastanza normale, il solito film senza pretese.
    Ma salvo l'ambientazione, che la reputo perfetta per un gdr.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Knockout - Resa dei conti

In un film d'azione ci vuole il coinvolgimento del pubblico, quando questo viene a mancare si sono tradite le regole fondamentali del genere.
Sappiamo tutti la capacità di Steven Soderberg, di girare film piccoli e coraggiosi, capaci anche di far riflettere; spesso ci mette anche il suo tipico tocco autoriale facendone dei grandi film spendendo pochissimo denaro.
con Knockout ha a disposizione un grandissimo budget, e un cast di attori da capogiro, ma gli manca qualcosa di fondamentale per essere davvero unico, la capacità del suo autore di fare film d'azione. Con questo genere si muove come un elefante in un negozio di cristalleria, incapace di dare una struttura forte alla storia, gigioneaggia con la macchina da presa, cercando un impatto narrativo che invece di coinvolgere lo spettatore in una storia capace di risucchiarla sullo schermo, è capace solo di fare una cosa che per un film d'azione equivale a morte certa: annoiarlo.
Soderberg cerca di fare un film forse diver…

Aquaman

Dimensione extralarge per Aquaman, credevate che non lo recensivo? Vi sbagliate, ecco a voi la rece del film con quel gran bel fusto di Jason Momoa.

Ro.Go.Pa.G

Un film collettivo, che racchiude 4 episodi, non sono male, ma io personalmente, ho preferito gli ultimi due, sono ben girati e in particolare quello di Pier Paolo Pasolini è il migliore di questo film, in cui 4 dei maggiori cineasti degli anni sessanta, si riuniscono, non c'è nessun legame tra un film e l'altro, che in realtà sono 4 cortometraggi uniti.
L'illibatezza di Roberto Rossellini, Il Nuovo Mondo di Godard, La Ricotta di Pasolini, e infine Il Pollo Ruspante di Gregoretti.
I quattro cortometraggi compongono questo film collettivo e uniscono 4 dei più importanti cineasti del tempo, il mio preferito resta La Ricotta, sorta di commedia che ricorda molto le comiche ai tempi del muto con udite udite anche il grande Orson Welles nel ruolo del regista.
Film che è stato sequestrato dalla magistratura e processato per "Vilipendio alla Religione", ma noi italiani siamo sempre stati così bacchettoni? No perché una cosa del genere sarebbe da spanciarsi dalle risate e…