Passa ai contenuti principali

Luci d'inverno - di Ingmar Bergman

Trama
Il pastore protestante Tomas Ericcson dopo la funzione religiosa riceve la visita di un parrocchiano che soffre di mania depressiva ed è ossessionato dalla bomba atomica, il pastore malgrado le sue parole di fede non riesce a dissuaderlo dal suicidio, poi riceve la visita di una donna che gli da una lettera, attraverso questa lettera vediamo il suo volto che racconta le parole della missiva raccontando un miracolo di guarigione da un eczema alle mani, visto grazie a un flashback, e gli confessa il suo amore, il pastore le dice che non l'ama e che ha amato la moglie defunta ormai da quattro anni.
Alla fine Jonas si suiciderà con un colpo in testa e una donna avverte il pastore della morte dell'uomo.
Alla fine il pastore cerca di consolare la moglie di Jonas ma lei rifiuta il suo conforto...

Commento
Film dedicato al silenzio di Dio, Luci d'inverno è un opera da camera che sottolinea l'incapacità degli uomini di chiesa a parlare con gli uomini e soprattutto a capire le loro sofferenze e la vita.
La figura del pastore, un uomo incapace di scendere dalle quattro mura della sua chiesa che lui vede come una cosa sacra, è incapace di avvicinarsi agli esseri umani e alle loro vite incapace di vivere per dirla con parole semplici, stretto in quelle mura austere e grigie, dice la sua messa, e Bergman è bravissimo a sottolineare l'incapacità di dialogo tra gli uomini di chiesa con gli uomini della strada, con la loro vita, le loro difficoltà, il loro mondo fatto di regole ferree, in cui tutto è peccato è molto diverso dalla vita vera e propria, il personaggio di Jonas interpretato magistralmente da Max Von Sidow in forma smagliante, incarna l'uomo ormai sconfitto dalla vita che cerca una via di salvezza nella religione, e naturalmente non la troverà, la stessa donna che si innamora di lui, viene trattata in malo modo una volta che lei gli confessa il suo amore.
La vita intorno al pastore passa, con le sue sofferenze e i suoi sentimenti, ma lui resta impassibile di fronte allo scorrere di questa vita, non come se non gli importasse nulla attenzione, il pastore è assolutamente incapace di dare risposte certe a chi gli chiede il suo aiuto, perchè vive secondo le leggi della chiesa non secondo la vita, anzi forse non la conosce davvero, e in questo Bergman fa riflettere molto, una delle scene più belle secondo me è quando Jonas grida Dio mi ha abbandonato, e vediamo il pastore recitare sempre la solita novena...è una scena piena di filosofia, anche lui in quella scena si pone degli interrogativi che ahimè non troverà mai.
In conclusione è uno dei films più belli di Ingmar Bergman, dentro c'è forse una verità che in pochi riescono a cogliere.




Commenti

  1. descrivi bene, ma la "verità" che dici alla fine bisogna sforzarsi di coglierla, anzi al plurale: le verità.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Gruppo whattsapp della fabbrica dei sogni? E perchè no?

L'idea mi è venuta parlando con un amico fan di twin peaks, in cui aspetto di entrare nel gruppo whattsapp...mi sono chiesta sarebbe carino incontrare su whattsapp tutti gli amici blogger, Ford, il Cannibale, Miki Moz, Bollicina, Kelvin, Lisa Costa e via dicendo se siete daccordo inviatemi o una email, all'indirizzo lafabricadeisogni@gmail.com, oppure un mex su faccialibro, sarebbe una cosa grandiosa chattare con tutti gli amici e farci anche quattro risate in proposito, se ci state fate un fischio che vi aggiungo ok?

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…

Spiderman Homecoming

Ecco il terzo capitolo del reboot di Spiderman...lo devo dire non è male, e questa terza parte mi è piaciuta particolarmente, per un solo motivo: Michael Keaton.
Perché? Perchè simpaticamente ha voluto fare il verso ai cosidetti supereroi - lui che ha interpretato il per me mitico Batman Burtoniano - e interpreta il cattivo, ovvero l'antagonista dell'uomo ragno.
Ed è pure padre della sua ragazza...

Visioni in diretta - Tanto per cominciare...Glow

Nasce la nuova rubrica della fabbrica dei sogni, sulle visioni in diretta, ovvero mentre guardo un film, una serie tv, commenterò il tutto in diretta nel blog...
E questa cosa amici è una novità nella blogosfera, e nasce proprio alla fabbrica dei sogni, quindi è un innovazione, che senza dubbio non è roba da poco, spero di fare quotidianamente grandi cose in proposito.
Intanto sto guardando Glow prima stagione episodio 4, tra poco comincio l'episodio 5.
Allora Glow è una serie tv carinissima di netflix, e la prima stagione ha fatto parlare molto bene in giro tra i siti e blog, il quarto episodio mi sta piacendo molto, specie la parte della ragazza che si confronta col padre wrestler, e soprattutto sul mondo maschilista che ci sta dietro.
Persino il regista si è beccato un ceffone...poveraccio!!!
Comnque ora proseguo con la visione, ci vediamo dopo con la fine dell'episodio 4 e l'inizio dell'episodio 5...ovviamente aggiornerò il post con gli ultimi commenti...a dopo am…